Clicca su questo Banner per entrare nel Blog dei Chiancianesi


La Cantina dove trovate lo Spumante del "Man of the Match"
Amministratore ed articoli Vikings Chianciano Rugby e Virtus Chianciano Volley: Valtubo (Valerio Tubino), Articoli e foto Virtus Chianciano Giacomo Testini foto Vikings Chianciano Rugby Filippo Alimenti

Classifica 16ª Giornata Serie C2 Girone 1 Rugby --- Firenze Rugby e Prato Sesto 62 - Rugby Lucca 57 - Polisportiva Le Sieci 46 - Rugby Clanis Cortona 38 - U.R. Montelupo Empoli 30 - Rugby Etruschi Livorno 25 - Amatori Prato 24 - R. Gs Bellaria Cappuccini 12 - Arieti Arezzo 8 - Vikings Chianciano Rugby -3

martedì 17 gennaio 2017

Mazzata per la Saxum C5 Chianciano!

Osma Marsciano contro Saxum C5 Chianciano
Parte con il piede sbagliato il girone di ritorno della Saxum C5 Chianciano, che sul sintetico di Marsciano ieri pomeriggio ha offerto una delle peggiori prestazioni stagionali, lenti, impacciati, distratti e senza mordente.
La partita ha visto un monologo dei padroni di casa, squadra ben organizzata e con delle buone individualità, che a cavallo dei due tempi concretizza ogni azione d’attacco mettendo in ghiaccio il risultato prima della girandola di cambi sul finale di gara, momento nel quale i giallorossi accorciano le distanze con le reti di Geani e Vannuzzi.
Speriamo di avere toccato il punto più basso di questa stagione e da lunedì uniti e compatti più che mai perché questa squadra non vale la prestazione offerta ieri ma siamo tutti convinti di valere molto molto di più! Forza ragazzi! Forza Saxum C5!

Campionato serie C2 girone C – 13^ Giornata: OSMA Marsciano – Saxum C5 Chianciano 7-2

Marcatori: Cirstea Geani; Vannuzzi Giuseppe.

domenica 15 gennaio 2017

La Virtus Chianciano finalmente vince in casa!!!


Siamo al giro di boa, al traguardo simbolico che ha decretato il Tegoleto campione d'inverno, siamo quindi al sedicesimo turno in seconda categoria girone N. 
Ora più che mai gli scontri avranno un peso specifico maggiore e l'equilibrio o l'inerzia potranno mutare per un episodio, un risultato o addirittura una giocata.
Virtus Chianciano 1945 e Castelnuovo Berardenga arrivano a questa sfida in una gelida giornata di metà gennaio con gli Stati d'animo diametralmente opposti.
La squadra ospite guidata dal bravo Mister Perinti, sette giorni orsono, ha agguantato il Santa Firmina, in piena zona Cesarini, conquistando un prezioso punto che rafforza la quarta posizione in classifica (in coabitazione col Tressa) e di fatto dà la possibilità ai bianco azzurri presieduti da Palei di continuare a lottare per i play off promozione che si terranno dopo la post season.
I viola di Bruschi hanno vinto soltanto una volta in questo campionato, vuoi per i nove rigori fischiati contro e nessuno a favore, vuoi per una serie clamorosa serie di infortuni, il team diretto da Pistoi si ritrova ad essere penultimo in classifica con soltanto sette punti nel tabellino.
L'ultima settimana calcistica ha consegnato alla compagine che ha sede nel paese dell'acqua santa una rocambolesca e dolorosa sconfitta nell'extra time contro i cugini autoctoni del Città di Chiusi e il tesseramento di una vecchia gloria virtussina come Augustine Khtella, già giocatore termale ad inizio millennio e ottimo tecnico della sezione juniores in seguito.
È stato proprio il presidente Maurizio Fucelli a dare la notizia, in diretta TV, alla vigilia di questo turno di campionato. "In questi giorni abbiamo consegnato a Patrizia Chechi, Franco Crociani e Roberto Mazzetti, una targa celebrativa per ringraziarli della loro amicizia, del loro contributo e del loro attaccamento alla maglia viola pluridecennale. Insieme agli altri membri dello staff tecnico e dirigenziale abbiamo condiviso la volontà di riportare nello spogliatoio un grande uomo come Kthella che come tutti sappiamo non è più giovanissimo, ma che allo stesso tempo, siamo convinti che potrà portare alla causa la sua esperienza, il suo carisma e la determinazione per aiutarci ad uscire dalle sabbie mobili della zona retrocessione dove attualmente siamo invischiati pesantemente" - ha dichiarato la massima carica societaria chiancianese.
La storia della partita parte dopo cento secondi, Del Buono (alla prima da titolare dopo il rientro) crossa per Fabiani, l'estremo difensore ospite devia in corner con un bel colpo di reni.
La squadra con sede alle porte di Siena e fondata nel settembre del 1969, si affaccia nella retroguardia locale con conclusioni dalla mediana senza impensierire l'estremo difensore viola Tommaso Figuretti (uno degli innesti di qualità del mercato dicembrino per la Virtus).
La partita è divertente ed equilibrata, Mema tenta il gol della domenica, ma Cinquegrana è abile a chiudere la saracinesca.
Il Berardenga è bravo in fase di fraseggio e mostra le sue doti tecniche con Bellugi e Lorenzini, la Virtus cerca di sfruttare la linea alta del fuorigioco proposta dagli azzurri, ma Fabiani dopo venti minuti di gara non riesce tuttavia a sfruttare una ghiotta occasione concessa dalla difesa rivale.
Il ritmo cala parzialmente durante la seconda metà della prima frazione e nonostante il 4-3-3 mostrato da Bruschi da una parte e le individualità offensive del Castelnuovo il risultato resta bloccato sulla parità.
Il secondo tempo mostra un Berardenga subito volenteroso e propositivo, Cencini e Vannuccini dal canto loro cercano di sbloccare il parziale sulle fasce senza però trovare la giocata giusta.
Lodi e Cozzi Lepri combattono con la giusta grinta, ma nei primissimi minuti sono Monciotti e compagni a rendersi più pericolosi.
Entrano Esposito e Fucelli, la Virtus (oggi in divisa bianca) cerca la prima vittoria davanti al pubblico amico, ma i rivali che dopo tanti campionati disputati in terza divisione, stanno giocando un buon calcio in seconda categoria già da un biennio contengono l'11 avversario e cercano di incunearsi nell'area difesa da Daviddi e Pulcinelli.
Le assenze termali di Barbetti, Bologna e Benicchi sono di spessore e si fanno sentire anche se gli effettivi chiancianesi lottano con tutte le loro energie sul rettangolo di battaglia.
Minuto numero trenta: da un calcio d'angolo procurato dal sempre ottimo Fallerini, l'albanese Leonard Mema pesca in area Fabiani che trafigge il numero uno del Berardenga, insacca la sua quinta rete stagionale e festeggia sotto la tribuna Betti dello Stadio Maccari.
È il gol che vale l'intera posta in palio e forse un pezzetto di salvezza, dopo tre sconfitte consecutive i termali tornano alla grande a far punti.
Gli ultimi quindici minuti (più i quattro di recupero concessi dal direttore di gara) vedono Il forcing degli ospiti e il contropiede guidato dal talentuoso Del Buono che sfiora il raddoppio prima di soffrire fino al triplice fischio insieme ai compagni di squadra.
Una squadra, quella viola, che ha mostrato un grande cuore, da stasera, in attesa di giocarsi le sfide decisive a Geggiano prima e col Montecchio poi, la classifica è meno amara.
Il Berardenga si è confermata squadra ostica e duttile, un incidente di percorso secondo la tabella di marcia che probabilmente non screditerà affatto il team di Perinti che si giocherà uno spicchio di lotta promozione contro il Montagnano in questo finale di mese.

Virtus Chianciano - Castelnuovo Berardenga 1-0

Virtus Chianciano: Figuretti, Pulcinelli, Daviddi, Cozzi Lepri, Fallerini, Mema, Del Buono, Lodi, Cencini, Vannuccini, Fabiani. All. Bruschi

Berardenga: Cinquegrana, Frosinini, Muzzi, Monciatti, Manganelli, Scortecci, Bellugi, Fanetti, Lorenzini, Babucci, Toussani All Perinti

Gol: 74' Fabiani

Giacomo Testini


Nelle foto: Marco Fabiani, Leonard Mema, prima stagione in Virtus per lui e i festeggiamenti post gara.

lunedì 19 dicembre 2016

La Virtus Chianciano Femminile ancora un poker in trasferta!!!!

Fonte pagina FB
La Virtus affronta il Real Aglianese, squadra giovanissima ancora a zero punti nel campionato di serie C.
La Virtus Chianciano si presenta rimaneggiata per le assenze di Ricci Pepe e Sammarco, la Viola prende sottogamba la partita i primi 10 minuti, quasi subisce la pressione delle avversarie per poi prendere il pallino del gioco, trovando il primo gol con Toppi su assist di Saletta.
La vera perla di questa Virtus e l'instancabile Ceccarelli che lotta su tutto il fronte d'attacco, servendo palloni preziosi alle compagne, ultimo raccolto da Prichinet, che sigla il due a zero dal limite dell'area.
La squadra di casa non riesce a reagire se non con un paio di lampi di Mariani giocatore di altri livelli rispetto alla formazione bianconera
La ripresa vede l'ingresso di Florea e Fuschiotti, la partita non cambia di molto, la Virtus continua ad attaccare e trova il gol del 3 a 0 con il suo bomber Ceccarelli.
Al settantesimo trova la gioia del gol anche Tognozzi, con un bellissimo tiro da fuori area, che mette il sigillo sulla partita.
Anselmi viene chiamata in causa in una sola occasione, con un insidioso tiro del numero dieci, ma risponde prontamente, spazio anche per Biagiotti, che cresce partita dopo partita.
La Virtus chiude l'anno 2016 con una bella vittoria e si augura di cominciare 2017 nel migliore dei modi.

REAL AGLIANESE -VIRTUS CHIANCIANO FEMMINILE 0-4

domenica 18 dicembre 2016

Virtus Chianciano ancora stoppato in casa!!!

Giacomo "Jack" Fucelli Virtus Chianciano

Virtus Chianciano 1945 e USD Montagnano 1966 arrivavano a quest'ultimo appuntamento prima del Natale con due stati d'animo completamente opposti. I viola, in virtù anche della sconfitta a tavolino decretata dalla Federazione dopo il pasticcio burocratico della sfida tra l'Atletico Piazze e il Montecchio, vicenda conclusa con i tre punti consegnati a tavolino a quest'ultima squadra per una sostituzione che per regolamento non si poteva fare, si ritrovano in solitaria al penultimo posto in classifica.
La formazione di Bruschi dopo tredici giornate ha vinto soltanto una volta (a Monsigliolo) e nelle ultime otto gare (aldilà di una serie decisiva di rigori a sfavore ed espulsioni subite) ha racimolato soltanto tre punti. La Virtus dopo il primo trimestre di questo 2016-17 risulta essere l'unica formazione che non ha vinto davanti le mura amiche.
Il Montagnano dal canto suo, dopo gli ultimi campionati dove ha sfiorato la promozione in più occasioni in prima divisione, naviga in zona play off: un ottimo inizio di torneo per i blu amaranto costellato di tre vittorie su altrettanti incontri, poi una fase a vuoto ad inizio autunno ha parzialmente staccato dal vertice la compagine di Stirbei.
Dopo il black out, se così lo possiamo definire, terminato con la sconfitta contro la quotata Polisportiva Serre, sono arrivate quattro vittorie di fila che hanno rilanciato i blues nella zona calda di questa seconda categoria girone N. Ventisei anni di età media e soltanto dieci gol subiti fanno della squadra di Settembrini (già quattro reti per lui) la terza miglior difesa e uno dei team con più qualità tecnica del girone.
In questo mercato dicembrino il Chianciano ha perso il portiere Arrais e l'attaccante Marchetti, il Direttore Sportivo Pistoi ha però rilanciato Giacomo Fucelli tra i pali, uno degli estremi difensori più dotati tecnicamente dell'intero panorama senese aretino e presumibilmente a breve potrà contare nuovamente nelle sue fila di Yari Del Buono, uno dei protagonisti che portó la squadra sponsorizzata da Marco Landi fino alla prima categoria, dopo essere stata negli abissi della terza divisione, nell'estate del 2013. L'infortunio di Benicchi, il forfait di Esposito (già tre reti per la forte ala partenopea) si fanno sentire, così come la squalifica del compatto e sempre gladiatorio capitan Barbetti.
Non c'è tempo e la possibilità però per guardare alla sfortuna e agli episodi sfavorevoli, la classifica vede immischiata nei bassi fondi la rosa termale, lontana dal Città di Chiusi di Brilli e le altre equipe che si giocheranno la permanenza in questo combattuto campionato, prima dei temuti play out salvezza di inizio primavera.
La prima frazione è decisamente tattica e assai combattuta, i blues e i purple si danno battaglia nella mediana. Un calcio di rigore concesso dal direttore di gara potrebbe cambiare la storia del match dopo che i primi quarantacinque minuti di giuoco si erano conclusi col parziale di 0-0.
Jack Fucelli nell'occasione si dimostra "l'hombre del partito" almeno fino allo scoccare dell'ora di partita e para un penalty (apparso peraltro molto dubbio agli occhi degli spettatori dello stadio Maccari) a Stirbei. il portierone locale chiude la saracinesca e dice no, compiendo una grossa parata in due tempi, sul seguente colpo di testa del rigorista è poi ancora decisivo nella smanacciata in tap in, deviando la sfera sulla traversa.
Mema prova a far girare il centrocampo e i compagni ci provano dopo l'episodio che potrebbe aver cambiato l'inerzia del match, ma in contropiede, invece, sono proprio gli aretini a sbloccare il risultato con il bravo Mostacci che segna la marcatura da match winner dello 0-1.
Fabiani va vicino su punizione alla sua quarta rete stagionale ma sull'ultima conclusione, ancora da calcio piazzato, stavolta con Pellegrini, le speranze virtussine di agguantare un punto in zona Cesarini si esauriscono con il pallone che termina altro sopra la porta difesa da Fattorini. Ennesima sconfitta per i ragazzi del paese dell'acqua santa.
Il prossimo turno la Virtus se la vedrà in un delicato scontro diretto contro gli autoctoni del Città di Chiusi di Cupelli (che nel turno odierno hanno conquistato un prezioso punto sull'ostico campo del Geggiano).
Il Montagnano dopo aver fatto pokerissimo di vittorie sfiderà davanti ai propri sostenitori il Guazzino di mister Bianchi (che in questa fredda ma soleggiata domenica invernale ha impattato contro il Fratticiola) e cercherà di completare la rimonta verso la testa della classifica attualmente occupata dai cugini del Tegoleto.

Virtus Chianciano - Montagnano 0-1

Virtus Chianciano: Fucelli G. , Lodi, Pulcinelli, Fucelli L. , Cozzi Lepri, Fallerini, Fabiani, Mema Leonard, Vannuccini, Cencini, Mema Denis A disposizione di mister Bruschi: Nappo, Riccio, Della Lena, Del Buono, Pellegrini, Oxa.

Montagnano: Fattorini, Piccirillo, Chiuchiolo, G. Rossi, Brandini, T. Foianesi, Settembrini, Piteo, Stirbei, Ricciarini, Mostacci A disposizione di mister Giusti: G. Foianesi, Iacomoni, Del Pace, Postiglione, S. Rossi, Cuccoli, Sadotti

Marcatori: 83' Mostacci 


Giacomo Testini

Nella foto Jack Fucelli. Il numero uno viola ha parato un rigore a Stirbei

martedì 13 dicembre 2016

Virtus Femminile fermata in casa dal San Miniato!

Giuditta Toppi Virtus Chianciano Femminile
Domenica amara per le ragazze viola che perdono 3 punti giocando una partita quasi perfetta e dominando la formazione senese per 75 minuti.
La Virtus Chianciano parte prudente facendo spesso riferimento al centrocampista Pepe, che cerca di inventare gioco per Toppi e Mafucci, ancora non al top a causa del risentimento muscolare.
Ricci intercetta migliaia di palloni a centrocampo frenando diverse volte le ripartenza di Fambrini e Ciofini.
L'attaccante verde nero Mascilli cerca più volte di superare in velocità Russo, che non le dá possibilità e salva più volte le incursioni offensive del numero 9.
Al 38esimo calcio di punizione per il San Miniato, battuto da Bernardini, che porta in vantaggio le senesi, il primo tempo si chiude con la Virtus ancora in attacco ma poco prolifica sotto porta.
La ripresa vede Biagiotti al posto di una dolorante Fè, ancora la viola domina sulle fasce, con Toppi che insieme a Ceccarelli ingaggiano un duello con i centrali difensivi nero verdi, comunque attenti a non lasciare troppi spazi, ma è proprio l'esterno viola Toppi a siglare lo splendido 1-1 con un tiro al 7.
Esce anche il capitano Mafucci per Florea, la Virtus comincia a subire e sugli sviluppi di un calcio d'angolo Mascilli si trova sola sul secondo palo e trova il gol del raddoppio senese.
La viola reagisce al 89esimo con la stessa Toppi, che entra in area e sferra un tiro pazzesco che Mazzola intercetta miracolosamente ribattendo su Ceccarelli, che però calcia fuori.
Tanta amarezza per questa sconfitta immeritata, appuntamento domenica prossima contro la Real Aglianese.

VIRTUS CHIANCIANO FEMMINILE -SAN MINIATO 1-2
per la Virtus Toppi

sabato 10 dicembre 2016

Pareggio e niente sorpasso per la Saxum C5 Chianciano

Saxum C5 Chianciano contro Libertas Tacito Terni
Brutta prestazione ieri sera per la Saxum contro la Libertas Tacito Terni, vincendo avevamo la possibilità di sorpassarli e piazzarci al quinto posto al termine del girone di andata in piena bagarre playoff, ma purtroppo la prestazione non è stata in linea con quelle mostrate fino ad ora ed è solo per demeriti altrui se siamo riusciti a smuovere la classifica cogliendo un pareggio.
Sia chiaro l’impegno e la grinta c’è stato, ma onestamente le gambe e la testa non erano lucide e brillanti come al solito, pazienza, va comunque detto grazie ai nostri ragazzi per tutto quello che hanno fatto fin ora e che faranno fino alla fine.
La partita ci vede sempre a rincorrere l’avversario, perché siamo sempre stati sotto, ogni volta che abbiamo siglato il pareggio vi era la sensazione che trovando il gol del vantaggio la vittoria sarebbe stata nostra, ma puntualmente venivamo puniti dagli avversari.
Quest’ultimi composti da elementi di grande tecnica ed esperienza e guidati da un allenatore esperto e navigato.
Il primo tempo si chiude sul 2-2 con le reti di Geani Cirstea e Vannuzzi Giuseppe, il 3-3 finale è siglato da bomber Cicchelli Nicola, che ristabilizza il definitivo pareggio dopo l’ennesimo vantaggio ospite, nel mezzo di una partita aperta e combattuta 3 pali e una traversa per i ragazzi di mister Coltellini e tante tante occasioni divorate dagli ospiti.
Partite come queste fanno comunque parte del processo di crescita che una squadra nuova e giovane come la nostra deve subire, quindi tutti uniti e avanti tutta. Forza ragazzi! Forza Saxum C5!



Campionato serie C2 girone C – 11^ Giornata: Saxum C5 Chianciano – Libertas Tacito Terni 3-3

Marcatori: Cirstea Geani; Vannuzzi Giuseppe; Cicchelli Nicola.

giovedì 8 dicembre 2016

Virtus 1990 vs Nazionale Italiana Cantanti a Chianciano vince la Beneficenza


Sul campo ha trionfato la Virtus per 2 a 1, ma oggi a Chianciano Terme a vincere è stato lo sport e la solidarietà. Oltre ottocento paganti (più di mille con gli invitati) per quattromiladuecento euro di incasso, sono questi i grandi numeri che sono stati registrati durante la sfida tra la Nazionale Italiana Cantanti e la Virtus 1990.

Questa magnifica giornata di calcio e beneficienza è servita e servirà, tramite la Croce Verde termale, presieduta da Roberto Poggiani a finanziare un progetto locale che prevede l'acquisto di giochi inclusivi per i bambini diversamente abili del Paese dell'Acqua Santa.
La storica squadra di Mario Naldi si è radunata al gran completo per la partita giocata al Maccari di Chianciano.
Una rosa ricca di talento e personalità, un team indimenticato e indimenticabile per la popolazione locale.
Al termine dei novanta minuti regolamentari diretti dal Signor Cevenini di Siena (uno degli arbitri più famosi e promettenti nel panorama senese-aretino) i viola, oggi vestiti con una sgargiante muta golden, color oro, hanno festeggiato la vittoria per 2-1.
Il risultato è stato sbloccato da Marcello Tanini. L'ex tecnico della Fratta Caterina era andato vicino a sbloccare il parziale già al 20' e dopo una bella azione corale il bravo giocatore che militó nella Colligiana, ha portato in vantaggio i suoi compagni. Per i cantanti si è visto un determinato capitan Ruggeri e un brillante Clementino.
La rete del provvisorio pareggio è stata siglata, per la gioia di Mister Paolo Vallesi, da Moreno Donadoni, il giocatore di maggior talento, nonostante un fisico minuto da parte del rapper genovese. Il gol del numero undici in maglia blues ha portato il punteggio in parità quando scorreva la metà della seconda frazione di gioco.
Il sole splendeva alto sopra le Terme a Chianciano, arrivava inesorabile la stanchezza del finale di match e con essa la girandola delle sostituzioni da entrambi le parti. Proprio l'ultimo entrato in campo, Flavio Busoni ha punito Luca Riello con un tunnel che è valso ad una mezza dozzina di minuti dallo scadere, la marcatura match winner.
In tribuna erano presenti i vertici istituzionali chiancianesi, il primo cittadino Andrea Marchetti (fermato da un infortunio altrimenti era dato tra le riserve, di lusso, insieme all'Assessore Damiano Rocchi, oggi schierato con il numero dodici), Danila Piccinelli, promotrice ed organizzatrice della stupenda parata che ha visto sfilare tutte le compagini virtussine (prima squadra attuale e Juniores) e le giovanili dei Colli Etruschi, partendo dei pulcini fino ai calciatori più grandi. Era presente la forte Virtus Femminile che sta disputando un ottimo campionato di Serie C, tant'è che la NIC ha preso in prestito due elementi (Fe' e Saletta) per allungare il proprio parco giocatori. Giocatori che in questa tre giorni chiancianese sono stati allenati da Michele Bruschi tecnicamente ed Eugenia Martino atleticamente.
L'Assessore allo sport Andrea Morganti e il Direttore Sportivo Bruno Cesarini, con impegno e dedizione hanno saputo organizzare un evento speciale che rimarrà negli occhi dei ragazzi e dei presenti per tanto tempo. Calcisticamente parlando, secondo Claudio Binarelli, opinionista per Tele Idea che ha trasmesso in diretta la gara sul canale regionale numero 190 del digitale terrestre, i migliori in campo sono stati Vasarri e Panella da una parte e Briga con Ligabue dell'altra. Si è rivisto, almeno nella prima frazione uno straripante Mauro Galli sull'out mancino, un Gori con tanto senso della posizione, un tonico, nonostante qualche noia muscolare, bomber Gianni Ghiandai, un insuperabile Natalino Berti nella difesa a quattro proposta dal "Dottore" Mario Naldi, uno sgusciante Giuliano Meconcelli, un frizzante Gennaro Marcellino, arrivato direttamente da Napoli per questo magnifico evento e il solito grande talento di Gianmarco Bianchi.
È sembrato di essere tornati a quel 6 maggio quando il Chianciano batteva il Foiano e conquistava il torneo interregionale, si è rivisto un Comunale pieno e festoso, e per questo, e per tanti altri motivi si può dire, con grande soddisfazione degli sponsor, dell'amministrazione di Punto e a Capo, che oggi ha vinto tutta Chianciano e non solo la Virtus per due a uno. La serata, dopo l'incontro è proseguita alle Terme Etrusche Theia con il rimo scandito dello speaker ufficiale Alessandro Massini. Tra un selfie con Cecco, un doveroso brindisi tra amici e tante prelibatezze toscane gustate a bordo vasca, le due equipe e tutto lo staff, hanno dato vita ad una serata assolutamente gradevole.
Lo sport e il calcio in particolare, come ha ricordato il Presidente della Virtus 1945 Maurizio Fucelli ha una funzione importante per i giovani e per i più bisognosi, oggi tutte le belle qualità del pallone sono emerse in positivo. I complimenti vanno a tutti, la speranza è che queste giornate vengano riproposte più spesso per coinvolgere il pubblico, le famiglie e le nuove generazioni.


Giacomo Testini

Nelle foto: 1) i protagonisti alle Theia 2) Il magnifico colpo d'occhio al Maccari 3) La Nazionale Cantanti  4) le squadre al fischio di inizio 5) un momento della gara 6) Moreno autore del Gol per la Nazionale Italiana Cantanti
Le foto dei cantanti sono prese dalla pagina Facebook della NIC

Saxum C5 Chianciano stop casalingo in Coppa Italia Umbria

Saxum C5 Chianciano contro Vis Gubbio

Bella partita ieri sera al palazzetto di Chianciano Terme tra la Saxum e il Vis Gubbio, match valido per la semifinale di andata della Coppa Umbra.
I Perugini hanno dimostrato di essere un collettivo di grande valore con spiccate qualità tecniche e organizzative, non ha caso guidano il girone A della serie C2.
Partiamo bene noi portandoci in vantaggio con Geani abile ad insaccare un assist di capitan Giuliacci, ma gli ospiti si riorganizzano e col passare dei minuti diventano padroni del campo e con pazienza e giro palla a cavallo, trala fine del primo tempo e la metà del secondo si portano sul 1-5.
La Saxum non è rimasta inerme a guardare anzi, ha avuto molte occasioni in contropiede e le reti subite sono frutto della grande organizzazione di gioco degli ospiti e non per errori nostri.
Sul finale Valdano Licenji accorcia il definitivo risultato sul 2-5. Martedì 13 a Gubbio servirà un impresa sportiva per raggiungere la finale, ma i nostri ragazzi lo sanno e non vedono l’ora di andarsi a giocare il ritorno, consci si del valore dell’avversario, ma soprattutto del nostro. Forza ragazzi! Forza Saxum C5!

Coppa Italia Umbria – semifinale: Saxum C5 Chianciano – Vis Gubbio 2-5

Marcatori: Valdano Licenji; Cirstea Geani.

domenica 4 dicembre 2016

La Virtus Chianciano non riesce a vincere in casa ancora un pareggio

NIcola Cozzi Lepri autore gol in Virtus Chianciano contro Terontola

Virtus vs Terontola evoca una recente sfida a suo modo storica, per quello che concerne il panorama dilettantistico.
Era il 16 novembre 2015, poco più di un anno fa, in una grigia giornata di autunno inoltrato il Chianciano seppe, davanti ai suoi tifosi, colorare quel turno di viola intenso con una prova magistrale. 
I gialloblu erano nelle parti alte della classifica (e lo sono anche quest'anno), il team allora presieduto da Anna Duchini stazionava nella parte bassa, in zona play out. Due reti del bomber Rosadini (oggi al Pienza), al 28' e 47' condannarono la formazione ospite, allenata da Marchini ad una battuta d'arresto pesante e inaspettata.
Non bastó quella prestazione a salvare la panchina di coach Paolo Bigozzi, il mister, dopo una sofferta salvezza conquistata durante il torneo precedente non aveva probabilmente convinto la nuova dirigenza e il suo destino era già segnato ancor prima di scendere sul terreno di gioco.
I ragazzi giocarono anche per salvare il suo posto, Luca Lodi, il migliore in campo in quella partita dette tutto e forse di più di quello che aveva.
L'abbraccio tra i termali e il CT ex Radicofani fu molto significativo, ma come detto non fu sufficiente per proseguire il rapporto tecnico tra la società con sede nel paese dell'acqua santa e Bigozzi.
Fu la prima vittoria casalinga di quel campionato, regaló emozioni forti e diede vita al nuovo corso guidato attualmente dal bravo Michele Bruschi
Anche in questo 2016-17 la Virtus 1945 arriva a questo appuntamento con uno score decisamente magro davanti alle mura amiche, Capitan Barbetti e compagni sono l'unica compagine che non ha ancora conquistato i tre punti nel proprio impianto.
Il tabellino parla di un pareggio (contro il Guazzino) e quattro sconfitte che fanno dei chiancianesi la penultima equipe del girone N di seconda divisione.
Oggi la storia parla di un Terontola che arriva a questa sfida dopo quattro pareggi consecutivi e un'imbattibilità che dura dalla seconda giornata. Turchi e Faralli, quattro reti a testa, i cannonieri della squadra presieduta da Alessio Topini, occupano la quinta posizione e in questo contorto ed equilibrato gruppo senese-aretino di seconda categoria vogliono dire la loro nella lotta post season di primavera.
La prima frazione è scialba e povera di occasioni da una parte e dall'altra, i Viola hanno bisogno di tornare a fare punti per non essere definitivamente risucchiati dal Monsigliolo e il Montecchio, i contendenti per evitare la retrocessione.
Il Terontola, distante cinque lunghezze dalla capolista Tressa, vuole riagganciare il treno delle primissime, Serre e Tegoleto su tutte.
Agonismo e combattività fanno si però che le due squadre si annullino, fino al momento dell'assegnazione del penalty in favore degli ospiti e realizzato da Faralli.
Tra le vibranti polemiche dei locali per il quinto rigore subito nelle ultime sette gare, i giallo blu passano in vantaggio.
La Virtus è costretta a tentare la rimonta ancora una volta, nella seconda frazione come spesso le accade cambia ritmo e marcia e sfiora per due volte il pareggio con Fabiani (entrato per l'infortunato Esposito) che in tap in, di testa, alza sopra la traversa da distanza ravvicinata e successivamente con Fucelli che spara oltre la porta da posizione favorevole.
Il gol è nell'aria, Nicola Cozzi Lepri, ben servito da un cross di Mema sbuca da dietro e insacca per il meritato punto dell'1-1.
Entra anche Vannuccini, ma il risultato non cambia più; un pareggio che forse serve più alla Virtus che al Terontola, un risultato comunque positivo per entrambe le formazioni che proseguono la loro lotta agli obiettivi prefissati ad inizio stagione. Mister Bruschi nel post partita ha così commentato l'incontro "Nel primo tempo eravamo troppo blandi anche se abbiamo creato una buona occasione con Esposito. Nella ripresa abbiamo creato molto di più, il pareggio è meritato. Sono personalmente preoccupato per tutti questi calci di rigore, alcuni obiettivamente dubbi, che gli arbitri concedono agli avversari in questa prima porzione di stagione."

Virtus Chianciano - Terontola 1-1

Virtus Chianciano: G. Fucelli, Pulcinelli, Cozzi Lepri, Barbetti, Daviddi, Lodi, Esposito, Mema, Pellegrini, Cencini, L. Fucelli. All. Bruschi

Terontola: Casucci, Solfanelli, Botti, Scarpanti, Rofani, Angori, Baratti, Cocci, N. Faralli, Maccarini, D. Faralli. All. Marchini 

Arbitro: Serra di Grosseto

Gol: N. Faralli 24' - Cozzi Lepri 83'


Giacomo Testini

sabato 3 dicembre 2016

Vittoria combattuta in trasferta per la Saxum C5 Chianciano

Sugano contro Saxum C5 Chianciano
Come si dimostra la forza di una squadra e l’unità di un gruppo? Semplice, vincendo partite come quella di ieri.
Ci siamo presentati in condizioni a dir poco rimaneggiate sul difficile campo di Sugano, contro una squadra tosta e decisa a risollevarsi dopo gli ultimi risultati negativi.
L’avvio di partita è compassato, con le due squadre attente a studiarsi e a non concedere nulla all’avversario, l’equilibrio si rompe con un nostro autogol, che porta in vantaggio i padroni di casa. Immediata reazione dei nostri ragazzi che, prima del l’intervallo, ribaltano il risultato con una bella doppietta di Valdano Licenji, assistito in entrambe le occasioni da un ottimo Geani Cirstea.
Nel secondo tempo partenza sprint dei padroni di casa, che ci mettono alle corde e ci bloccano le fonti di gioco, costringendoci a continui lanci lunghi, inusuali per la nostra idea di gioco.
A metà del tempo, al termine di una bella azione manovrata, arriva il meritato pareggio dei padroni di casa 2-2.
Il finale di gara è emozionante, con i padroni di casa decisi a vincere e la Saxum pronta a ribattere colpo su colpo, a una manciata di minuti dalla fine, ecco l’episodio che rompe l’equilibrio, uno scatenato Geani fugge in contropiede e viene platealmente scalciato, l’arbitro estrae il cartellino rosso!
Nei minuti di superiorità numerica la Saxum non si fa prendere dalla frenesia e con pazienza costruisce la rete del definitivo 2-3 con Geani, lesto ad insaccare da calcio d’angolo.
I monumenti difensivi Bamonte e Giuliacci congelano le reazioni dei padroni di casa e ce ne torniamo a casa con tre punti pesanti!
Veramente bravi a tutti per il grande spirito di sacrificio, l’attenzione e la dedizione mostrata in questa difficile trasferta e in queste difficili condizioni, adesso ci aspetta l’ultima settimana prima della sosta da vivere a mille all’ora, con la semifinale di Coppa lunedì 5 contro il Vis Gubbio e l’ultima giornata di andata in campionato Venerdì. Forza ragazzi! Forza Saxum C5!

Campionato serie C2 girone C – 10^ Giornata: Sugano – Saxum C5 Chianciano 2-3

Marcatori: Valdano Licenji (2); Cirstea Geani.