Clicca su questo Banner per entrare nel Blog dei Chiancianesi


La Cantina dove trovate lo Spumante del "Man of the Match"
Amministratore ed articoli Vikings Chianciano Rugby e Virtus Chianciano Volley: Valtubo (Valerio Tubino), Articoli e foto Virtus Chianciano Giacomo Testini foto Vikings Chianciano Rugby Filippo Alimenti

I Vikings Chianciano Rugby tornano nel prossimo campionato 2017-2018!!!!

mercoledì 13 dicembre 2017

Saxum C5 Chianciano mazzata esterna....


Altra trasferta e altra gita per la Saxum che in quel di Bastardo fornisce l’ennesima brutta prestazione. Sbagliato l’approccio alla partita che ci ha visto molli e svogliati facilitando ogni azione dei padroni di casa, non c’è bisogno di molte parole per descrivere il 7-1 con il quale si conclude il primo tempo! Nel secondo tempo con una reazione di orgoglio riusciamo a limitare i danni fatti nel primo e chiudere la partita sul risultato di 10-3 proponendo quantomeno un pressing a tutto campo che spesso mette in difficoltà i padroni di casa, ma ormai il danno era stato fatto.
Le nostre reti portano le marcature di Geani Cirstea e Hajime Shimbo (2). Serve cambiare mentalità nell’approccio alle partite soprattutto fuori casa, non si può sempre comprometterle nel primo tempo e cercare di rimediare nel secondo quando ormai la situazione diventa drammatica. Sotto con gli allenamenti che venerdì a Chianciano Terme arriva la capolista… Se servono altre motivazioni…
Forza ragazzi! Forza Saxum C5 Chianciano

Campionato Regionale Umbria Serie C2 girone B 10^ giornata: 
Nuova Gualdo Bastardo - Saxum C5 Chianciano 10-3

Marcatori: Shimbo Hajime (2); Cirstea Geani.

lunedì 4 dicembre 2017

Il Clanis Cortona torna al successo contro i Rooster Galluzzo



Nella settima giornata del campionato di serie c2 poule 2 Toscana il Clanis Cortona unito ai Vikings Chianciano ha affrontato nel campo da rugby di Castiglion Fiorentino i Rooster Rugby Galluzzo, all'andata vittoria di misura del Galluzzo, i palio il quarto posto in campionato.
Il Clanis parte subito deciso conquistando il terriotorio e schiacciando gli avversari nei propri ventidue, i Rooster difendono con molta esperienza, avendo in campo giocatori di maggiore età e cercando di portare la partita sullo scontro fisico, ma il Clanis è abile a far girare l'ovale con passaggi alla mano ed evitando di cadere nel tranello.
La partita un po nervosa vede il Clanis dominare ed andare in meta trasformata con Igor Annoscia e successivamente con Nicola Celli, meta non trasformata, poi chiudono il primo tempo realizzando due calci di punizione sul punteggio di 18-0.
Nel secondo tempo stessa musica e Rooster che devono cedere sia nelle mischie che nel gioco dei trequarti dove il Clanis è decisamente superiore e cosi arrivano altre 3 mete con Flavio Storelli ed ancora con doppietta di Nicola Celli, nel finale meta tecnica per i Rooster il Clanis si disunisce e subisce un'altra meta. Finale di partita 39-14.
Per il Clanis Cortona bottino pieno, vittoria, 5 mete, punto bonus e quarto posto in classifica proprio a danno del Galluzzo, crescita nel gioco alla mano e buona prestazione della mischia, per i Rooster Rugby Galluzzo poche note positive hanno cercato di difendere, ma poco hanno potuto contro i trequarti avversari bene il sussulto nel finale.
Per il Clanis Cortona prossimo impegno domenica 10 contro il Florentia Rugby cadetta a Firenze.


Serie C2 - 03/12/2017 Rugby Clanis Cortona 39 ‐ 14 Rooster Rugby Galluzzo


Valerio Tubino e Francesco Giuliacci


Classifica Serie C2 Toscana poule 2

squadra                      punti pen G V N P PF PS diff 
1 U.S. Firenze 1931 30 0 6 6 0 0 374 52 322
2 Florentia Rugby Cadetta 25 0 6 5 0 1 216 56 160
3 Rugby Mugello 19 0 6 4 0 2 132 83 49
4 Rugby Clanis Cortona 6 4 6 2 0 4 99 202 -103
5 Rooster Rugby Galluzzo 5 4 7 2 0 5 81 196 -115
6 Colligiana Rugby 1 0 7 0 0 7 25 338 -313

Pareggio ma bella prova per la Saxum C5 Chianciano



Dopo la brutta prestazione di sabato passato i ragazzi erano attesi a una pronta reazione contro l’OSMA Marsciano, squadra molto ben organizzata, con un collettivo giovane e ottime individualità. Il risultato finale si può considerare giusto anche se siamo stati avanti per tutta la partita facendoci sistematicamente rimontare dagli ospiti che hanno esercitato un pressing molto alto per tutta la partita mettendoci in difficoltà specialmente nella fase iniziale di impostazione, non a caso tutti le quattro reti subite sono venute da errori individuali.
Il primo tempo ci vede avanti 3-2 con la tripletta di Geani Cirstea vero mattatore della serata, autore di una prestazione maiuscola a tutto campo e vero punto di riferimento della squadra, si aveva la sensazione che come toccava palla la Saxum si accendeva.
Purtroppo un errore individuale e un gol rocambolesco hanno permesso per due volte il pari agli ospiti. Nella ripresa altro svarione e altro pareggio, 3-3.
Troviamo di nuovo il vantaggio con la rete di Fè Graziano favorita dal velo di Puica Nicolae che gela il portiere ma nel finale altro errore e rete del 4-4 finale.
Nel mezzo anche due legni e svariate parate dei rispettivi portieri per entrambe le squadre a sancire il pareggio finale.
Dovevamo rialzare la testa e in parte lo abbiamo fatto, peccato che non è arrivata la vittoria, ma è la prestazione che cercavamo e per quello non si può recriminare di nulla, bravi ragazzi!
Non abbiamo mai giudicato l’operato dei direttori di gara ma questa volta vogliamo esprimere i nostri complimenti nei confronti dell’arbitro di ieri sera, il sig. Villa, complimenti!
Forza ragazzi! Forza Saxum C5

Campionato Regionale Umbria Serie C2 girone B 9^ giornata: Saxum C5 Chianciano - OSMA Marsciano 4-4

Marcatori: Cirstea Geani (3);Fè Graziano.

domenica 3 dicembre 2017

La Virtus Chianciano non va oltre lo 0 a 0



Sette squadre in due punti, basta questo dato empirico per decifrare un campionato tanto complesso quanto affascinante.
Dopo quattro anni esatti la Virtus è tornata a guidare il campionato di appartenenza (era il periodo di Coach Acunto in terza divisione), grazie alle giocate eccezionali di Ubah Chimezie, i gol di Rossi, El Diez, e gli innesti estivi, fondamentali di Alfredo Esposito, Liccardi e Amodio. La formazione del carismatico Macchiaiolo guida il gruppo con ventitré punti, stesso score del Pienza di Borneo e del Fratticiola di bomber Sina ma con una miglior differenza reti.
Alla dodicesima tornata stagionale i viola sono imbattuti e arrivano a questo appuntamento interno con quattro vittorie nelle ultime cinque gare.
I giallo blu fondati nel 1963 sono una squadra tosta e in salute, non perdono da otto partite e sono lontani dalla testa della classifica solo due punti.
C’è partecipazione popolare al Maccari Stadium del Paese dell’Acqua Santa, nonostante il freddo pungente il popolo termale ha sfruttato la piacevole giornata luminosa per sostenere i ragazzi che stanno disputando il miglior campionato da un lustro a questa parte.
Il primo tempo è tattico e spezzettato, a causa dei tanti fischi sulla mediana decretati dal direttore di gara.
Il Terontola non si sbilancia e il talentuoso Darlington Chimezie non trova il varco per sfondare lateralmente.
L’occasione più nitida della prima frazione di gioco capita a Leo Magliozzi, ma l’attaccante, classe 1997, ex Fonte, impatta sull’estremo difensore ospite, non riuscendo a sbloccare le ostilità.
Le due equipe, come direbbe un Guru del Gotha giornalistico quale è Fabio Caressa, tornano negli spogliatoi, per prendere un the caldo, senza che nessuna marcatura sia arrivata nè per gli ospiti nè per i locali.
La seconda frazione è più vivace, il ritmo lo dettano i padroni di casa ma la tattica, parzialmente guardinga, adottata da Callastroni, non permette di far correre particolari rischi a Bruni e compagni. La svolta tattica arriva con l’innesto di Giovanni Esposito, l’ala partenopea semina scompiglio nella prima linea del Terontola, si merita il virtuale titolo di MVP del match e va vicinissimo al gol che varrebbe i tre punti per il team diretto da Maresca e presieduto da Fucelli in due occasioni.
Casucci chiude la saracinesca e nega la gioia del terzo centro stagionale a GE7 che a tempo quasi scaduto ha fatto vibrare l’intera tribuna Betti con un gran diagonale. La gara termina sullo 0-0. Tra la voglia di vincere e la paura di perdere ha prevalso quest’ultima situazione.
Ora la classifica si fa ancora più spettacolosamente ingarbugliata, a guidarla sono ben cinque squadre, e se non è un record dopo quasi tre mesi di partite, poco ci manca.
Alle tre capo fila, in virtù dei risultati odierni, si sono aggiunte anche Montagnano e Piazze. Il Terontola torna “Al Farinaio” con un punto prezioso, la Virtus prosegue la sua ottima striscia positiva che prosegue ormai da fine settembre.
Tra sette giorni i viola sfideranno il Fratticiola, i giallo blu il Pienza, scontri diretti che potranno modellare una classifica tutta da capire da qui a Natale. L’equilibrio regna sovrano e questo aspetto rende il torneo uno dei più seguiti nel panorama senese-aretino.

Virtus Chianciano - Terontola 0-0

Virtus Chianciano: A. Esposito, Diz, Cozzi Lepri, Liccardi, Daviddi, Lodi, Mema, Chimezie, Magliozzi, Rossi, Amodio. A disposizione di Mister Macchiaiolo: G. Fucelli, G. Esposito, Fallerini, L. Fucelli, Santini, Movileanu.

Terontola: Casucci, Maccheroncini, Bardelli, Vanni, Cela, Bruni, Caka, Salvietti, D’Avria, Ismaili, Capannini. A disposizione di Mister Callastroni: Rogari, Rizziello, Bichi, Marchini, Falchi, Craca, Camilletti.

Arbitro: Sig. Mairani sez. Firenze 


Giacomo Testini


Nella foto Giovanni Esposito. Il laterale virtussino, entrato a partita in corso, ha sfiorato il gol in due occasioni, risultando uno dei migliori in campo per i suoi.

domenica 26 novembre 2017

Brutta prestazione della Saxum C5 Chianciano ad Orvieto



Dopo due vittorie consecutive era importante dare continuità di gioco e risultati nella temibile trasferta orvietana. ma purtroppo è arrivata una sonora sconfitta anche figlia di pesanti assenze di elementi fondamentali della squadra.
Partiamo molli e timorosi e meritatamente i padroni di casa ci puniscono portandosi sul 3-0, una timida reazione ci porta a siglare due reti con Nicolae Puica, fresco di ritorno in squadra dopo tre anni, ma ad ogni rete vanifichiamo tutto subendone sistematicamente un altra.
Il primo tempo si chiude sul 5-2. Il secondo tempo parte con più piglio e grinta da parte dei nostri ragazzi ma forse nelle loro teste la partita è già persa vista la pochezza in fase offensiva e gli enormi spazi che vengono lasciati ai padroni di casa che senza fare nulla di particolare siglano altre tre reti e vincono meritatamente per 8-2!
Lo scivolone ci può stare, ma ieri abbiamo avuto la consapevolezza di aver perso più per demeriti propri che per meriti altrui, e se questa consapevolezza è reale dobbiamo avere la forza e la voglia di cambiare, da venerdì per tornare alla vittoria!!
Forza ragazzi! Forza Saxum C5

Campionato Regionale Umbria Serie C2 girone B 8^ giornata: Sugano - Saxum C5 Chianciano 8-2

Marcatori: Puica Nicolae (2).

mercoledì 22 novembre 2017

Il Punto di Giacomo Testini


Il calcio è uno sport di squadra, questo luogo comune è decisamente l’assioma più banale ma altolocato del mondo calcistico.
Il fatto è che gioie e dolori ruotano inconfutabilmente intorno allo spogliatoio e alla sinergia che scaturisce dalla chimica del gruppo.
La Virtus Chianciano di quest’ultimo mese è la prova tangibile ed inequivocabile che se la società è solida e dentro allo spogliatoio si rema tutti dalla stessa parte i risultati arrivano.
Eccome se arrivano. I viola dopo il grave infortunio a Biscaro Parrini sono andati a prendersi i tre punti contro il fortissimo Pienza, fino a quel momento capolista a punteggio pieno, trionfando nel sintetico di Via degli Ulivi allo scadere.
Arriva il Tressa al Maccari Stadium con una super difesa e i termali rifilano la manita ai bianco verdi lanciando definitivamente Uba Darlington Chimezie come una delle star assolute del torneo.
A Montecchio, sette giorni dopo, nella rivincita play out della passata stagione è Tommy Rossi a risolvere le ostilità. Nel derby di domenica scorsa, giocato contro gli autarchici del Chiusi con una cornice di pubblico stupenda composta da un gran numero di tifosi chiancianesi ha trovato gloria Daviddi in fase realizzativa.
A Palazzo del Pero, durante la prima delle cinque vittorie consecutive degli uomini di Macchiaiolo è stato Magliozzi l’Hombre del partido.
Ogni gara un man of the match diverso, ognuno porta il suo decisivo contributo: vedi gli assist di Amodio, le chiusure di Cozzi Lepri, le sgropponate di Jo Esposito, le parate del suo omonimo partenopeo tra i pali e ancora: le falcate di Diz sulla fascia di competenza, il cuore di Barbetti, i minuti di distanza dei tre fratelli Fucelli, la duttilità di Mema, la versatilità di Movileanu e l’intelligenza tattica di Liccardi. Chimica e sinergia, si, quella che in estrema sintesi, in un campionato fatto di trenta incontri, ti fa fare strada.
Come diceva Michael Jordan, il più grande giocatore NBA di tutti i tempi: un giocatore solo ti fa vincere una partita, ma è il gruppo e la squadra che ti fanno alzare i trofei a fine anno.
E se anche l’intramontabile Valerio Della Lena, il talismano Filippo Fallerini e il sempre pronto Luca Lodi sono tra i più gagliardi nei festeggiamenti, anche se hanno giocato meno di altri, vuol dire che questa formazione non è composta solo da undici elementi ma da un equipe di ragazzi che vogliono scrivere una pagina importante dello sport nel Paese dell’Acqua Santa.
La classifica è corta, domenica c’è un altro derby, a Piazze, poi arriverà a Chianciano il Fratticiola del grande Endri Sina per sfidare il team diretto da Maresca.
Il traguardo è ancora lontano, la strada è lunga, ma è senza dubbio quella giusta per la Virtus che dopo un terzo di stagione risulta essere senza modestia: forte, tosta, affamata ed imbattuta.
In Via Umberto Landi sono convinti tutti che uniti su questa carreggiata la rosa andrà assai lontano e sopratutto, tifosi, staff dirigenziale e guide tecniche pensano in coro che il bello deve ancora venire. 


Giacomo Testini

Nella foto Luca Lodi, poco utilizzato in campo ma vero senatore dello spogliatoio. Il secondo posto della Virtus è stato ottenuto anche grazie al contributo da leader silenzioso del laterale viola.

domenica 19 novembre 2017

Virtus Chianciano vince Derby contro Città di Chiusi!


Nel corrente utilizzo giornalistico e popolare, si definisce derby una partita di calcio giocata tra due squadre della stessa città. Per estensione, il termine derby può poi venire utilizzato per riferirsi ad un incontro molto sentito fra squadre con accese rivalità agonistiche o che appartengono a una comune entità geografica.
In giro per l’Europa, e il mondo, tutti conoscono il Superclásico argentino: Boca Juniors-River Plate, il Derbi madrileño: Atlético Madrid-Real Madrid o il Derby della Madonnina: Inter-Milan.
Nel sud senese, nel football dilettanti, ma non per questo meno sentito, tra Toscana e Umbria, da qualche anno, cioè da quando i bianco, rosso e blu autarchici, di Chiusi esistono, questa denominazione si dà alla sfida tra la Virtus Chianciano 1945 e il Città di Chiusi, anche e sopratutto ricordando gli anni ‘70, ‘80 e ‘90, periodo in cui le due città si scontravano nei più prestigiosi tornei di promozione e non solo.
L’anno passato, per la Befana, i Chiusini si imposero allo scadere, in Coppa quest’anno, sempre a fil di sirena, per usare un termine cestistico, sono stati i termali a spuntarla.
Un match con una storia relativamente giovane, ma che mette in risalto comunque una rivalità sportiva condita dalla giusta dose di peperoncino per far sì che sia una gara un pochino più sentita rispetto alle altre ventinove in programma nel campionato di seconda divisione girone N.
La Virtus fa pokerissimo, dopo aver vinto a Palazzo del Pero Pienza e Montecchio e in casa contro il Tressa di Nuti, i Macchiaiolo’s boys confermano il loro grande momento di forma e superano, per tre a uno, anche il Città di Chiusi.
Si frega le mani il tesoriere Cristiano Sanchini e l’addetta alla biglietteria Patrizia Chechi, oggi, sulla tribuna Betti, dello stadio Maccari, grazie anche alla scelta societaria del Presidente Fucelli e del DG Maresca di permettere a donne e bambini di assistere all’incontro gratuitamente, gli spalti contavano tante presenze.
Il match è stato sbloccato da Daviddi che dopo un bel cross, da dentro l’area è riuscito a liberarsi e col fiuto del grande attaccante di razza, anche se è “solo” un ottimo difensore, ha calciato a rete dopo neanche dieci minuti portando in vantaggio i termali.
La Virtus ha la convinzione e la consapevolezza di essere una grande squadra, Diz gioca una gara, atleticamente e tatticamente perfetta e con lui tutto il resto del team fornisce un’altra prova di spessore.
Il primo tempo è equilibrato e intenso, gli autarchici, che dopo la bella salvezza della passata stagione con Coach Brilli sulla panchina, occupano, grazie anche alla nuova guida tecnica, una discreta posizione a centro classifica lottano con capitan Feri e i fratelli Spadea ma non trovano il guizzo decisivo.
Tuttavia sono ancora i ragazzi del Paese dell’Acqua Santa a trovare la via del gol in avvio di ripresa grazie all’azione condotta da Amodio e chiusa in rete da Uba Chimezie, un player che sta facendo davvero la differenza in questa fase di campionato. Liccardi e Cozzi Lepri fanno la guardia alla porta difesa dell’ottimo Esposito, ma su un calcio di punizione, calciato di seconda, a metà della seconda frazione di gioco, Ferretti accorcia le distanze.
Gli ospiti ci provano con la grinta che li contraddistingue, ma rimediano un cartellino rosso, sventolato proprio a Ferretti, mentre stavano producendo il massimo sforzo. Esce Barbetti, sempre utilissimo in mezzo al campo, per stiramento e su un assist di Movileanu, ancora per il Nigeriano Chimezie, i viola chiudono i conti in zona Cesarini questa partita ostica contro una formazione attrezzata.
L’equipe di Carpini e Santini (che in settimana hanno compiuto gli anni) continua a volare, in virtù anche del pareggio a reti bianche tra Pienza e Tressa, ora la formazione del segretario Melosi è seconda, in solitaria, ad un solo punto dalla vetta. Siamo solo ad un terzo di stagione, ma nessuno, a Chianciano, tra staff tecnico e societario si aspettava una prova di forza e di carattere dopo un’estate complessa. Zona play off conquistata, ora andrà difesa con i denti e a questo punto, visto l’eccellente status dei ragazzi sponsorizzati dalla Famiglia Landi, è lecito aspettarsi una bagarre anche per il primissimo posto. L’appetito vien mangiando e la Viola ha ancora molta fame.

Virtus Chianciano - Città di Chiusi 3-1


Virtus Chianciano: A. Esposito, Diz, Cozzi Lepri, Liccardi, Daviddi, Barbetti, Mema, Chimezie, Magliozzi, Rossi, Amodio. A disposizione di Mister Macchiaiolo: G. Fucelli, Fallerini, Lodi, M. Fucelli, Santini, L. Fucelli, Movileanu

Città di Chiusi: Toppi, Lor. Spadea, Luc. Spadea, Tistarelli, Lor. Feri, Pazzaglia, Lor. Spadea, Della Ciana, Ferretti, Ale. Feri, Minetti. A disposizione di Mister Giuliacci: Di Luca, Pucci, Scarpelli, G. Pellegrini, Ciuffetti, Lisci, M. Pellegrini

Marcatori: 9’ Daviddi - 51’ e 93’ Chimezie - Ferretti al 65’


Giacomo Testini

Nella foto David Daviddi, autore del primo gol che ha sbloccato le ostilità.

Ancora una vittoria per la Saxum C5 Chianciano



Serviva dare continuità alla prova di orgoglio fornita due settimane prima con la Ternana, i ragazzi di mister Biscaro Parrini hanno dato prova ieri sera di grande compattezza di squadra e un’ottima organizzazione difensiva.
Non è stata una bellissima partita dal punto di vista spettacolare ma sicuramente buona dal punto di vista delle organizzazioni di gioco, infatti la Saxum sì è trovata di fronte un Orte Futsal ben messo in campo che spesso ha tenuto il pallino del gioco in mano sbattendo però sistematicamente sul muro difensivo eretto da capitan Giuliacci e compagni.
Entrambi i tempi sono stati molto equilibrati, il primo ci vede chiudere in vantaggio per 1-0 grazie alla rete siglata da Fè Graziano e mantenuta dalle parate di Giani Alessio.
Il secondo tempo è più frizzante e piacevole con le due squadre che si rispondono colpo su colpo con i nostri ragazzi che riescono sempre a trovare il nuovo vantaggio dopo i due pareggi degli ospiti. Entrambe le nostre marcature portano la firma di Fè Graziano che prima appoggia in rete uno strepitoso assist di Giuliacci e poi sigla il gol vittoria sugli sviluppi di un calcio di punizione.
Nel complesso una buona prestazione fornita dai nostri ragazzi che stanno crescendo sia con prestazioni individuali che collettive soprattutto Gijni Enea e Geani Cirstea hanno dato grande equilibrio alla squadra e Giani Alessio che partita dopo partita sta diventando padrone della sua area e un punto di riferimento per tutti. Godiamoci la vittoria, testa bassa e lavoro!!!
Forza ragazzi! Forza Saxum C5

Campionato Regionale Umbria Serie C2 girone B 7^ giornata: 
Saxum C5 Chianciano - Orte Futsal 3-2

Marcatori: Fè Graziano (3)

lunedì 6 novembre 2017

Virtus Chianciano vittoria schiacciante!



Sportivamente parlando, è stata una settimana epica nel paese dell’acqua santa. La vittoria all’ultimo respiro, a Pienza, grazie ai gol di Rossi e Chimezie, dopo che la squadra diretta da Gino Maresca era stata raggiunta all’88esimo, ha risvegliato un grandissimo ardore verso i giocatori viola.
La formazione allenata da Macchiaiolo, dopo tre campionati dove la salvezza è arrivata all’ultima giornata, sta navigando in zona play off, senza aver mai perso un match. Un team che appare più forte degli infortuni (Esposito, Benicchi, Fucelli, Mema e Biscaro Parrini su tutti) e delle avversità. È una squadra, quella preparata atleticamente da Giancarlo Mencarelli, che non molla mai, subisce, magari per una porzione di partita incassa, ma non va mai al tappeto. E anzi, nel momento decisivo sferra regolarmente il montante decisivo dove fa più male.
Un po’ come Rocky Balboa che lottando e combattendo con avversari completi riesce comunque a portare a casa il prestigioso risultato. I tifosi adorano queste qualità ed è anche per questo motivo che la campagna abbonamenti “Purple Rain”, ha fatto registrare il miglior dato nell’ultimo lustro.
Pronti via e dopo nove minuti di gioco il Chianciano apre la difesa, ben abbottonata fino a quel momento, degli ospiti. Magliozzi si invola nella retroguardia avversaria e trafigge il numero uno rivale.
C’è entusiasmo e consapevolezza dei propri mezzi. Uba Chimezie fa valere il suo passato nei campionati portoghesi e grazie alla sua velocità “Boltiana”, partendo da quasi metà campo, supera la linea difensiva del team che fino ad oggi non aveva mai perso una partita e sigla il bellissimo 2-0 dopo soli venti minuti di match. Si fa festa in tribuna Betti, lo stadio Maccari si spella le mani per capitan Barbetti, la grinta di Liccardi, il senso tattico di Amodio, il prezioso contributo di Lodi e le chiusure di Daviddi.
Ancora un super Magliozzi, di testa, firma il tris che mette una seria ipoteca sull’incontro già alla mezz’ora. Macchiaiolo e il presidente Fucelli stanno completando, sotto tutti i punti di vista, una grande squadra, e al termine della prima frazione di partita la standing ovation è meritatissima per i ragazzi che vestono le divise sponsorizzate da Umberto Landi.
La ripresa non vede la reazione del quotatissimo team bianco verde. Il forte attaccante Nuti è chiuso da Cozzi Lepri e Mema detta i tempi delle ripartenze. L’undici di coach Zanelli non riesce ad accorciare le distanze, distanze che invece si allungano ancora grazie ad una pregevolissima marcatura di Tommy Rossi. Il secondo gol in stagione dell’ex Radicofani vale il poker per i ragazzi viola. Il pokerissimo che chiude le danze è firmato da un altro top player virtussino: allo scadere è GE7, alias Giovanni Esposito a scrivere i titoli di coda.
C’è da festeggiare a Chianciano, cadono le foglie in questo inizio autunno, cade la pioggia e contro la Virtus cadono entrambi le capoliste. Questo 5-0 lancia definitivamente i termali verso un campionato da protagonisti. I dirigenti viola a fine match hanno avuto parole di elogio per i ragazzi e la società: Fabio Melosi “Spaziali” - Spartaco Sanchini “Grande spettacolo”.
Nella giornata in cui anche la Virtus Amatori di Andrea Carpini ha vinto e le ragazze della sezione femminile, con al timone Eugenia Martino, hanno conquistato i tre punti, la formazione del marketing manager Giorgio Santini continua la scalata, come Rocky a Philadelphia. in città si augurano tutti che l’epilogo di questo campionato sia identico a quello della celebre pellicola. Le premesse ci sono, sopratutto dopo la bella goleada alla capolista Tressa di Kokora. 

Virtus Chianciano - Tressa 0


Virtus Chianciano: A. Esposito, Lodi, Cozzi Lepri, Liccardi, Barbetti, Daviddi, Mema, Chimezie, Magliozzi, Rossi, Amodio. A disposizione di mister Macchiaiolo: G. Fucelli, Fallerini, Della Lena, M. Fucelli, Santini, G. Esposito, Movileanu 

Tressa: Mastrandrea, Zullino, Marianelli, Amore, Pagliantini, D’Agostino, Kokora, Tognazzi, Corbelli, Foresta, Nuti. 

Gol: 9’ Magliozzi - 21’ Chimezie - 32’ Magliozzi - 60’ Rossi - 88’ G. Esposito 


Giacomo Testini

Nella foto Leonardo Magliozzi protagonista odierno con una doppietta.

lunedì 23 ottobre 2017

Virtus Chianciano quattro sfide decisive


Dimmi come uscirai da questo poker di partite e ti dirò chi sei. È questo, in estrema sintesi, il leitmotiv del prossimo mese in casa Virtus. Un incipit cristallino che con grande probabilità determinerà gli obiettivi stagionali dei Macchiaiolo’s boys.
Si parte domenica con un incontro scontro delicato e affascinante, un derby, una gara ad alto spessore tecnico ed ovviamente una partita stimolante visto che i viola sfideranno l’imbattuta e prima della classe squadra bianco rossa dell’ottimo Coach Denis Pecci.
Entrambi i team non hanno subito sconfitte in campionato, i pientini viaggiano spediti come un pendolino, ma tra pochi giorni avranno di fronte un equipe che non molla un millimetro, una rosa che vive un buon momento di salute e un gruppo che ha mostrato di poter stare allacciata al treno dei play off.
Il blasonato difensore Raf Borneo non dovrebbe essere disponibile per la capolista, ma sul campo sintetico di Via degli Ulivi la squadra presieduta da Remo Papini potrà contare, oltre ai forti Acatullo e Pacenti, anche su un tris d’assi che tanto bene, in un recente passato, hanno fatto anche nel Paese dell’acqua santa. Bernetti, Rosadini e Del Buono sono i famosi ex di turno, players che hanno militato nel Chianciano, come tutti sappiamo e che quest’anno stanno portando il loro fondamentale contributo verso un undici che sta mostrando alla provincia, e non solo, un progetto concreto e ambizioso.
Gli uomini diretti da Gino Maresca, dal canto loro, hanno giocato alla pari con il tosto Montagnano e l’ostica Voluntas, hanno rimontato in Zona Cesarini Badia Agnano e Guazzino ed hanno sconfitto rivali velenose come le Serre e il Palazzo del Pero.
El matador, Biscaro Parrini è già a quota quattro centri, ed è a meno tredici dallo storico traguardo delle trecento realizzazioni in carriera. I nuovi arrivati, ossia Liccardi, Diz, Amodio e Chimezie si sono ambientati bene, Tommy Rossi non è ancora esploso, forse perché impiegato un po’ troppo lontano e decentrato dalla zona gol.
Per il ragazzo termale comunque il cammino è lungo, siamo solo all’inizio e il presidente Fucelli coadiuvato da tutto lo staff tecnico e dirigenziale si aspetta grandi cose dalla punta ex Radicofani. Esposito é tornato fluido e scattante, capitan Barbetti viaggia verso le quattrocento presenze in maglia griffata Umberto Landi e Daviddi con un pregevolissimo Cozzi Lepri sono tonici e prestanti.
Gli ingredienti per un grande match ci sono tutti, anche in virtù del fatto che è un secondo round annuale dopo la sfida di Coppa Toscana.
Valerio Della Lena sta dando il suo contributo carismatico dalla panchina e anche i muscoli dei meno impiegati, preparati a dovere dal massaggiatore Lorenzo Califano, sono in tiro e pronti ad essere gettati nella mischia.
Dopo Pienza i termali se la vedranno con la seconda forza del campionato, il Tressa di bomber Nuti, a seguire Montecchio, che evoca una rivincita dopo lo spareggio play out della passata stagione e il derby molto sentito con gli autoctoni del Chiusi.
Una serie di ostacoli importante e una raffica di impegni che diranno, con buona probabilità, chi è questa Virtus e per cosa combatterà, sul rettangolo di battaglia, da qui a fine aprile.


Giacomo Testini


Nella foto Francesco Amodio, atleta richiesto da diverse squadre in estate. Alla fine il giocatore ha scelto la piazza termale