Clicca su questo Banner per entrare nel Blog dei Chiancianesi


La Cantina dove trovate lo Spumante del "Man of the Match"
Amministratore ed articoli Vikings Chianciano Rugby e Virtus Chianciano Volley: Valtubo (Valerio Tubino), Articoli e foto Virtus Chianciano Giacomo Testini foto Vikings Chianciano Rugby Filippo Alimenti

Classifica 16ª Giornata Serie C2 Girone 1 Rugby --- Firenze Rugby e Prato Sesto 62 - Rugby Lucca 57 - Polisportiva Le Sieci 46 - Rugby Clanis Cortona 38 - U.R. Montelupo Empoli 30 - Rugby Etruschi Livorno 25 - Amatori Prato 24 - R. Gs Bellaria Cappuccini 12 - Arieti Arezzo 8 - Vikings Chianciano Rugby -3

martedì 11 aprile 2017

MASTER CLUB CIRCUITO TRICOLORE: 25 aprile tutti a Chianciano


Fonte la rete

Il 25 aprile a Chianciano sarà la seconda prova del circuito

Il secondo atto del Master Club Circuito Tricolore si terrà in terra senese, esattamente a Chianciano Terme, dove si svolgerà la 16ª Granfondo Città di Chianciano Terme, che quest’anno ritorna alla sua data storica, cioè il 25 aprile.
Tutta la logistica sarà concentrata nello splendido scenario del Parco delle Terme, da cui i ciclisti partiranno alle ore 8.30.
Due i percorsi tra cui poter scegliere: il lungo di 141 chilometri e il corto di 100 chilometri. Tracciati che porteranno a pedalare immersi negli stupendi paesaggi della Val d’Orcia (patrimonio Unesco), toccando località come San Quirico d’Orcia, Pienza, Radicofani e San Casciano Bagni.
Riconfermata la partenza alla francese dalle ore 7.30 e sino alle ore 8 sul medio con cronometraggio e inserimento nel circuito Grand Tour Terre di Siena.
Gli iscritti avranno due bonus sconto offerti dalle Terme di Chianciano: uno per il centro benessere sensoriale dello storico Parco Acqua Santa e l’altro per le piscine Tehia, nuovo stabilimento di balneazione inserito nel parco della dea Sillene.
Interessanti anche i pacchetti soggiorno per gli alberghi della città e gli sconti per la cena del sabato nei ristoranti termali.
La novità principale è quella relativa al pasta party, che quest’anno, grazie alla collaborazione con le Terme di Chianciano e con il Pastificio Fè, diventa "pici party". Così i ciclisti e i loro accompagnatori potranno degustare la tradizionale pasta della Val di Chiana. Una vera specialità da gourmet. 

Modalità e quote d'iscrizione sul sito dell'evento

Classifiche aggiornate e complete del Master Club Circuito Tricolore

CALENDARIO MASTER CLUB
26 febbraio - Gf dell’Amore - Città di Terni - Terni (disputata)
25 aprile - Gf Città di Chianciano Terme - Chianciano Terme (Si)
1 maggio - Gf Città di Perugia - Perugia, prova jolly fuori dall'abbonamento
28 maggio - Gf San Benedetto del Tronto - San Benedetto del Tronto (Ap)
4 giugno - Terminillo Marathon - Rieti 
18 giugno - Gf dei Colli Amerini - Amelia (Tr)
10 settembre - Gf Leopardiana - Recanati (Mc)

domenica 9 aprile 2017

Virtus Chianciano perde un'occasione salvezza


Nel remoto, almeno calcisticamente parlando, 1989, le due Virtus, i viola di Chianciano e i bianco verdi ascianesi, si giocavano in infuocati derby territoriali la promozione in prima categoria.
Erano forse gli anni più gloriosi delle due equipe, l'Asciano era arrembante ed insuperabile davanti le mura amiche.
I termali proprio dalla debacle contro i forti rivali del 1989 presero la rincorsa per vincere quel campionato con Mario Naldi in panchina a dirigere una grande orchestra.
Ne è passata di acqua sotto ai ponti, ma nonostante si siano vissuti quasi tre decenni da quelle stagioni prestigiose, le due compagini, si ritrovano a venti giorni esatti dalla chiusura delle ostilità con obiettivi fondamentali da conseguire.
Gli ospiti, presieduti da Giacinto Beninati, hanno vissuto, con risultati altalenanti, gli ultimi sette campionati in seconda divisione.
Quest'anno, grazie anche agli innesti estivi di: Giustarini, Paolini e Rinaldi, hanno cercato, riuscendoci, di dar seguito al brillante torneo giocato nel 2015-16 e chiuso con la piazza d'onore.
A tre giornate dalla fine del girone N di seconda categoria, il team fondato nel 1923 si trova ancora in seconda posizione a battagliare contro le altre quotate squadre ubicate molto vicine alla compagine senese.
Stiamo parlando del Serre, del Tressa e del Berardenga. I play off sono ad uno tiro di schioppo, ma per agguantarli matematicamente servirà ancora qualche punticino da mettere in saccoccia.
Il Chianciano di coach Bruschi è una compagine profondamente rinnovata rispetto a dodici mesi fa, dopo un inizio alquanto sottotono, per usare un sottile eufemismo, si ritrova a duecentosettanta minuti dalla fine dell'anno calcistico in piena lotta per evitare i play out retrocessione.
La bagarre con le altre quattro contendenti è punto a punto, spalla a spalla. Circolo Fratticiola, Geggiano, Chiusi e Montecchio sono racchiuse in sole due lunghezze e la Virtus presieduta da Fucelli ci arriva di rincorsa, dopo una grande rimonta e un girone di ritorno da applausi.
Cento secondi di gioco e gli ospiti, oggi privi per squalifica del suo bravo allenatore Marconi, ci provano subito con un tiro da fuori area, la conclusione di Nocciolini termina fuori dalle specchio. Pronta risposta, un minuto dopo, dei viola (oggi in maglia bianca), bomber Fabiani a tu per tu con Bindi si fa neutralizzare la conclusione rasoterra.
La posta in palio per entrambi è alta, il ritmo è notevole, nonostante un caldo importante, il gioco tuttavia si sviluppa nella fase centrale del rettangolo di gioco e la Virtus Chianciano prova a sorprendere gli omonimi rivali con giocate di Del Buono e Mema al limite dell'off side.
L'Asciano si fa pericoloso da corner dopo quindici minuti, i ragazzi del paese dell'acqua santa provano, dal canto loro, con Benicchi, tiri dai venti metri senza riuscire a sbloccare il punteggio che resta inchiodato sullo zero a zero.
Grande chance al ventisettesimo per Giovanni Esposito, l'ala partenopea non riesce però a gonfiare la rete alle spalle della porta dell'estremo difensore ospite che si oppone con bravura. 32 primi sul cronometro del direttore di gara e la formazione che occupa il secondo posto in classifica si porta in vantaggio grazie ad un colpo di testa di Carli che trafigge sul primo palo l'incolpevole Figuretti siglando, come il forte Paolo Bagnoli suo compagno di reparto, l'undicesima sigillo stagionale.
La reazione è affidata ad Esposito che di testa, proprio al 45esimo va vicinissimo al pareggio. Bindi si supera e dice no al capitano viola.
Nella ripresa i fratelli Magi e il nuovo entrato Calderini cercano di contenere la voglia di rimontare dei padroni di casa, ancora Esposito prima e Fucelli poi fanno correre un brivido all'Asciano, bravo comunque nelle ripartente e a chiudere gli spazi che Cozzi Lepri cerca di costruire in favore dei suoi compagni.
Il clima è caldo, sembra quasi di rivivere i derby al vecchio Marconi di fine anno '80, periodo nel quale il DS Pistoi sfidava proprio l'Asciano in incontri storici ed indimenticabili, sotto tanti punti di vista.
Le assenze di Denis Mema (indisponibile fino al termine della stagione per una fastidiosa ernia) e di Bologna, non sono da poco per i chiancianesi, a questi si deve aggiungere la condizione non ottimale di Marco Barbetti. 57 minuti e un calcio di punizione dal vertice mancino dell'esperto Giomarelli fa volare Figuretti, il portierone viola è abile nel deviare con la punta dei guanti in corner.
Bruschi, in virtù anche dei negativi risultati parziali che arrivano dagli altri campi, tenta il tutto per tutto inserendo il dinamico Cencini per il difensore Daviddi.
Si aprono gli spazi e affiora un po' di stanchezza, il gioco è maschio e deciso, ma il punteggio non muta col passare degli istanti.
Al 25' della seconda frazione viene espulso il numero 9 Nocciolini per comportamento non regolamentare.
La Virtus Chianciano cerca l'inerzia giusta e ci prova con orgoglio, ma è Bagnoli, classe 1985 a cercare la magnifica giocata della domenica con un siluro a giro in pallonetto che però viene smanacciato dal portiere viola ex Torrita e Siena.
La trazione offensiva locale aumenta con l'innesto del "Cobra" Pellegrini, lanci lunghi e forcing finale del Chianciano non vengono però premiati dalla sorte.
In contropiede è invece la squadra di Dogani a far male, da dentro l'area, con una soluzione ravvicinata, Giulio Carli segna la sua personale doppietta chiedendo virtualmente la partita con cinque minuti di anticipo.
La squadra viola non si arrende e riesce meritatamente ad accorciare le distanze in zona Cesarini con un bel gol di testa di Guido Cencini, purtroppo il gesto atletico non servirà per far conseguire punti alla sua Virtus, anche perché su un errato rilancio della retroguardia di casa, a pochi istante dal termine delle ostilità, Bagnoli sigla il gol dell'1-3 definitivo.
Il team sponsorizzato dalla Famiglia Landi, ora, quasi aritmeticamente, dovrà giocarsi la permanenza in seconda categoria attraverso i delicati spareggi play out salvezza post season.
La griglia di partenza è ancora tutta da definire, l'Asciano molto probabilmente inizierà la seconda fase del suo campionato come testa di serie numero uno.

Virtus Chianciano - Virtus Asciano 1-3

Virtus Chianciano: Figuretti, Lodi, Pulcinelli, L. Fucelli, Daviddi, Benicchi, Esposito, L. Mema, Fabiani, Del Buono, Cozzi Lepri. A disposizione di Mister Bruschi: G. Fucelli, M. Fucelli, Barbetti, Riccio, Cencini, Fallerini, Pellegrini

Virtus Asciano: Bindi, Sanleonini, T. Magi, Landi, Benincasa, Dogani, L. Magi, Giomarelli, Nocciolini, Bagnoli, Carli. All. Magini Filippo che sostituisce il mister Gianni Marconi squalificato. A disposizione: Tizzone, Calderini, Coko, Cantelli, Marconi, Veglio, Giustarini.

Gol: 32' è 87' Carli. 90' Cencini. 92' Bagnoli
Espulsoioni: Nocciolini al 70'
Arbitro: Sig. Yuri Gallorini sez. Arezzo.


Giacomo Testini


Nella foto Guido Cencini, subentrato nel secondo tempo, ha siglato, di testa, il gol del provvisorio 1-2 che ha dato speranze ai termali per una manciata di minuti prima del definitivo 1-3 ospite.

domenica 2 aprile 2017

La Virtus Chianciano Femminile vince e festeggia le 100 presenze di Capitan Mafucci!

Capitan Noemi Mafucci festeggia le 100 presenze con la Virtus Chianciano Femminile
È una giornata speciale per la Virtus Chianciano Femminile che vede il suo capitano Noemi Mafucci compiere 100 presenze maglia viola.
La partita è di quelle al cardiopalma contro la seconda in classifica, un bel Pisa che mostra subito i suoi gioielli Giusti e Ceci, proprio quest'ultima protagonista della manovra nero azzurra.
La Virtus si difende bene con un 4-2-3-1 gestito saggiamente, prova a far girare la palla e tenta due conclusioni in porta con Pepe e Toppi.
Al 30esimo punizione per il Pisa, Ceci alla battuta non sbaglia la mira e porta la sua squadra sull'1-0.
Al 40esimo, su in azione offensiva della Virtus, il difensore del Pisa sbaglia il disimpegno e conclude in porta, facendo un autogol e portando il risultato in parità.
La ripresa si apre con l'ingresso di Florea per Mafucci, le squadra si sfidano a viso aperto e Giusti impensierisce più volte Anselmi, che tra i pali si fa trovare sempre pronta e reattiva, grande partita per lei.
Al 65esimo punizione per la viola, Ricci si impegna alla battuta, scova l'angolino e segna il gol del vantaggio viola. 
Al 75esimo entra Martino per Sammarco, che dopo pochi minuti viene lanciata da Florea, buona la traversata fino alla porta avversaria, ma a tu per tu col portiere non riesce a trovare il gol.
Il Pisa reagisce e sugli sviluppi di un calcio d'angolo è ancora Anselmi a blindare la porta.
Siamo agli sgoccioli, Martino se ne va in mezzo a due e serve per Ceccarelli che dribbla tre avversarie ma conclude debole in porta, finisce 2-1, una bellissima partita.

VIRTUS CHIANCIANO FEMMINILE - PISA 2-1

giovedì 30 marzo 2017

Pokerissimo della Virtus Chianciano Femminile a Livorno!


Splendida giornata a Livorno per un match che si apre con una Virtus più offensiva del solito.
Ricci imposta la manovra della viola mandando in profondità più volte gli esterni Mafucci e Toppi che lavorano bene .
Il Livorno si fa avanti in un occasione colpendo il palo esterno, ma la risposta della viola è immediata con Ceccarelli che beffa il portiere in uscita al limite dell'area con un bel pallonetto e porta la virtus in vantaggio 1-0.
Il primo tempo si chiude col vantaggio di misura della formazione termale.
Nella ripresa la gara si accende con l'inserimento di Florea per Sammarco, ma sul momento migliore della virtus per un dubbiosissimo contatto in area l'arbitro assegna il calcio di rigore al Livorno che si porta subito in parità, 1-1.
La virtus non ci sta si propone ancora Ricci e Ceccarelli in avanti e su una mischia dopo un calcio d'angolo Tognozzi ruba il pallone al portiere e porta la Virtus in vantaggio 2-1.
È il giorno della "panchina", Mafucci lancia per Ricci che imbecca la nuova entrata Florea ed è proprio lei, con un gran colpo di testa, che anticipa il portiere in uscita e sigla il gol del 3-1.
Entrano anche Sani per Fuschiotti, Martino per Ceccarelli e Biagiotti per capitan Mafucci, ed è proprio Biagiotti che svolta il match con una splendida doppietta facendosi trovare pronta per ben due volte su palle inattive.
La virtus porta a casa altri 3 punti importanti,appuntamento domenica in casa contro il Pisa e per un evento importantissimo che riguarda la viola..in settimana l'annuncio*!

LIVORNO - VIRTUS CHIANCIANO FEMMINILE 1-5
Per la viola Ceccarelli,Tognozzi,Florea,doppietta Biagiotti


*Domenica 2 Aprile in occasione della sfida contro il Pisa, il nostro capitano NOEMI MAFUCCI compirà 100 presenze con la maglia della Virtus Chianciano, presenti all'evento di celebrazione il team Manager Eugenia Martino accompagnata dal presidente Maurizio Fucelli e l'assessore allo sport Andrea Morganti.

Vi invitiamo allo stadio per questa bellissima giornata di sport!

Virtus Chianciano salvezza sempre più vicina!


Partita da "dentro o fuori" allo Stadio Maccari di Chianciano, i Viola inseguono un posto al sole fuori dalla bagarre play out, i gialloverdi si giocano le ultime possibilità di scavalcare Tressa e Montagnano per accedere alla pool promozione.
Sei minuti di gioco e la Virtus dimostra subito di essere scesa in campo con la voglia di vendicare la dolorosa sconfitta contro le Piazze patita ai "Mulini" sette giorni or sono.
Marco Benicchi lascia partire un siluro terra area che Laurenzi devia abilmente in corner.
Passano poco più di trenta secondi e Leonard Mema, con un calcio di punizione da antologia calcistica, infila la sfera all'incrocio dei pali nonostante una impercettibile deviazione della difesa ospite.
Il pomeriggio è fresco e ventoso, i termali tengono un ritmo alto e producono, oltre ad un efficace pressing offensivo, anche diversi cross da entrambi i lati.
Le assenze di Casini (9 gol) e Pallanti si fanno sentire per il Santa Firmina, di fatto l'attacco titolare degli aretini, se si considerano anche gli indisponibili Gallese e Ceccherini, è per intero fuori servizio.
Ne consegue che Pulcinelli, Daviddi e soci non rischiano nulla nella prima fase dell'incontro.
Fabiani, il marcatore principe alla corte di Bruschi, va vicino al raddoppio, di testa, quando il cronometro segna sedici minuti sull'orologio del match.
La prima opportunità per il team presieduto da Dante Rosati arriva dallo sviluppo aereo, su calcio d'angolo mancino, tuttavia Figuretti controlla senza problemi lo specchio della sua porta.
Giovanni Esposito sul capovolgimento di fronte calcia di potenza, ma la conclusione termina fuori seppur non di molto.
Ventisette minuti di partita e dopo una giocata individuale di Fabiani è Lorenzo Fucelli, che cerca di scardinare la retroguardia rivale con una conclusione che termina però alta sopra la traversa.
La gara è divertente e con discrete giocate da entrambe le parti, il pubblico della Tribuna Mario Betti, applaude convinto il suo undici che oggi è uscito dagli spogliatoi in completa divisa bianca.
Allo scadere della prima frazione, per atterramento in area di rigore da parte di Bianchi ai danni di Fabiani, il Direttore di gara, il giovane ma preparato Giorgetti, concede la massima punizione alla squadra con sede nel Paese dell'Acqua Santa.
Ancora l'ex Acquaviva Mema, con freddezza, si incarica di calciare il penalty e trasforma la marcatura del due a zero prima del fischio che manda le squadre al riposo con il parziale di Virtus 2 Santa Firmina 0.
Nella ripresa coach Bacci cambia le carte e getta nella mischia Peruzzi prima e Terrazzani poi, la trama della sfida non cambia in avvio, nonostante il buon fraseggio e gli ottimi palleggi degli ospiti, che dimostrano di fatto la buona classifica del Santa Firmina, Lodi e i compagni di reparto, coadiuvati da Barbetti non concedono opportunità per riaprire lo scontro.
Il Chianciano colleziona calci d'angolo e punizioni dalla trequarti campo, il ritmo si abbassa col passare degli istanti e prendono il sopravvento lanci dalla mediana e squadre più lunghe tra i reparti, nella prima dozzina di minuti della seconda frazione il risultato resta in ghiaccio senza particolari sussulti da parte delle due compagini.
Volano diverse ammonizioni anche se la gara resta corretta, il Santa Firmina al 65' su una punizione centrale ci prova con il quotato Cacioli, la conclusione è abbondantemente alta.
Fucelli (uno dei più propositivi) ci prova sul limite dell'offside e Del Buono cerca la prima realizzazione in questo torneo, ma la storia della ventiseiesima giornata continua a restare bloccata sul due a zero in favore della rosa presieduta da Maurizio Fucelli.
Standing ovation per Mema al 72' sostituito dal fratello Denis, fortunatamente per la squadra preparata atleticamente da Eugenia Martino le assenze di Cozzi Lepri e Bologna non pesano sull'economia della giornata e l'incontro continua a scorrere senza sussulti nelle due aree di rigore. Nella girandola delle sostituzioni di fine partita trovano spazio anche Cencini e Pellegrini da una parte e Donnini dall'altra.
Il risultato non subisce variazioni, la Virtus porta a casa tre punti preziosi che le consentono di continuare la sua corsa salvezza verso il Circolo Fratticiola (che oggi ha impattato col Montecchio) e il Città di Chiusi (sconfitto contro l'Asciano).
La prossima settimana i Viola faranno visita al Terontola, il Santa Firmina, a cui vanno sinceri applausi sportivi per aver concluso più che dignitosamente, seppur in inferiorità numerica la sfida di oggi, se la vedranno proprio contro l'equipe autoctono bianco rossoblu del bravo Alessio Brilli.

Virtus Chianciano - Santa Firmina 2-0

Virtus Chianciano: Figuretti, Lodi, Pulcinelli, Barbetti, Daviddi, Benicchi, Esposito, L. Mema, Del Buono, Fabiani, L. Fucelli. A disposizione di Mister Bruschi: G. Fucelli, D. Mema, Cencini, Fallerini, Della Lema, M. Fucelli, Pellegrini.

Santa Firmina: Laurenzi, Mariotti, Mariottini, Calussi, Bianchi, Bichi, Del Gamba, Bertini, Cini, Cacioli, Pratesi. A disposizione di Mister Bacci: Donnini, Casucci, Casini, Terrazzani, Peruzzi, Bartaletti.

Arbitro: Sig. Giorgetti sezione Firenze

Gol: Leonard Mema al 6' e al 44' su rigore


Giacomo Testini

Nella foto il Man of the match: l'albanese Leonard Mema, autore di due gol. Ora la Virtus è a due punti dalla salvezza diretta.

Saxum finale col botto a Terni...

Libertas Tacito Terni contro Saxum C5 Chianciano
Si chiude in bellezza la stagione della Saxum C5 Chianciano, che nell’ultimo turno di campionato espugna il campo della Libertas Tacito, squadra di valore, esperta e con ottime individualità, ma senza particolari motivazioni ai fini della classifica, ne viene fuori una bella partita senza tatticismi esasperati ed estremamente corretta.
I padroni di casa spingono bene dalla metà campo in avanti, ma si scoprono troppo ed i nostri giovani li puniscono con una difesa attenta e rapide ripartenze.
Il primo tempo si chiude sul 2-4 per noi grazie ad un ottima prova corale, nella quale vanno a segno Anselmi, Vannuzzi, Licenji e capitan Giuliacci, supportati da un ottima prova di Cirstea e Prundea, intelligenti a dare i tempi di gioco alla squadra e con un Bamonte insuperabile a protezione di tutti.
Nel secondo tempo i padroni di casa spingono per cercare di raddrizzare il risultato, ma nel l’ennesima ripartenza, bomber Anselmi, mette a sedere il portiere e deposita per il 2-5!
Nel finale il 3-5 locale che suggella un ottima prestazione dei nostri ragazzi; finisce qui una stagione sportiva movimentata durante la quale è emersa la nuova spina dorsale della Saxum, fatta di uomini che nel momento più duro si sono compattati, ci hanno messo anima, cuore e soprattutto la faccia, uomini che non sono scappati nel momento difficile, ma si sono guardati negli occhi e hanno lottato fino alla fine coscienti che il risultato finale non rispecchia il vero valore di questo gruppo. Queste sono le persone dalle quali ripartire domani…. Forza ragazzi! Forza Saxum C5!

Campionato serie C2 girone C – 22′ Giornata: Liberatas Tacito Terni – Saxum C5 Chianciano 3-5

Marcatori: Anselmi Alessio (2); Vannuzzi Giuseppe; Licenji Valdano; Giuliacci Lorenzo.

lunedì 20 marzo 2017

Virtus Chianciano Femminile torna alla vittoria

Giuditta Toppi Virtus Chianciano Femminile
Finalmente arriva la prima vittoria del 2017 nella sfida Virtus Chianciano Femminile - Ponte a Moriano.
La viola parte forte, mette in pratica un ottimo fraseggio a centrocampo con Ricci e Mafucci che canalizzano su una ritrovata Toppi, la stessa al 10imo minuto con un uno due con Ceccarelli trova il gol dell'1-0.
La squadra ospite non si demoralizza e prova più volte ad insidiare la difesa chiancianese, che trova però l'ottima diga Russo-Fè.
Sugli sviluppi di un corner, Mafucci disegna una traiettoria perfetta ed è Russo, che nella mischia, si fa trovare pronta e porta la Virtus sul 2-0.
Poco dopo, ancora calcio d'angolo per la Virtus e ancora Russo colpisce di testa e fuori di pochissimo.
Al 38esimo il Ponte a Moriano si spinge in avanti e con una palla insidiosa, il portiere viola non trattiene e finisce in porta 2-1.
La ripresa inizia con la Virtus sotto tono entra Biagiotti per Florea.
Le due squadre si affrontano a viso aperto al 15esimo entra Martino per Ceccarelli, il 7 viola prova a smistare per gli esterni Toppi e Biagiotti, proprio quest'ultima raccoglie un buon pallone a destra e a tu per tu col portiere in uscita calcia pochissimo fuori.
Al 80esimo Toppi sfrutta un'altra palla filtrante a sinistra il portiere esce dall'area con le mani e punizione viola dal limite, ma niente di fatto.
La partita finisce con qualche nervosismo di troppo, che lascia le avversarie in 10; spazio anche per Prichinet, Sani e la giovanissima Gonzi.

VIRTUS CHIANCIANO FEMMINILE - PONTE A MORIANO 2-1

Per la Virtus Toppi-Russo

domenica 19 marzo 2017

Vittoria netta della Saxum C5 Chianciano!



Prova d’orgoglio della Saxum C5 Chianciano che nell’ultimo impegno tra le mura amiche si impone in modo netto e convincente contro il Sugano, squadra ben organizzata che quest’anno ha reso sicuramente meno del reale valore e di quanto avrebbe meritato per la simpatia e la sportività che sempre dimostra ogni volta che ci incontriamo.
La partita ci vede lenti e contratti nei primi minuti, così gli ospiti passano in vantaggio sfruttando un nostro svarione.
I ragazzi la vogliono vincere e così gli ingressi di Licenji e Vannuzzi spaccano la partita, bomber Anselmi e un Cirstea a tutto campo annichiliscono gli avversari e così si va al riposo sul 5-1 in nostro favore.
Nel secondo tempo stesso copione, Sugano aggressivi nei primi minuti, ma oggi non era proprio giornata per gli Orvietani, Bamonte compie i consueti 2-3 miracoli e finalmente si vede sul tabellino dei marcatori Koya Okubo, che sigla una bella doppietta. Anselmi e Licenji arrotondano il risultato con due reti ospiti che sanciscono il risultato finale di 8-3.
Prestazione convincente e spensierata dei nostri ragazzi, che finalmente si meritavano una vittoria, adesso ci aspetta l’ultima settimana di lavoro e poi tutti in vacanza, con la consapevolezza di aver seminato per raccogliere da Agosto in poi…. Forza ragazzi! Forza Saxum C5!

Campionato serie C2 girone C – 21′ Giornata: Saxum C5 Chianciano – Sugano 8-3

Marcatori: Anselmi Alessio (2); Vannuzzi Giuseppe (2); Valdano Licenji (2); Koya Okubo (2).

domenica 12 marzo 2017

Importante vittoria della Virtus Chianciano contro Tressa


A.S.D. Tressa che lotta per conquistare un posto nei play out promozione vs Virtus Chianciano 1945 che vuole prepotentemente sparare le ultime cartucce per evitare gli insidiosi play out retrocessione.
A sette giornate dalla conclusione del campionato di seconda categoria girone N, è questo, in estrema sintesi, la descrizione della sfida che si gioca allo Stadio Comunale Mario Maccari tra i team dei due prestigiosi direttori sportivi quali Mitri Pistoi, per i viola padroni di casa e Antonio Vittori, per gli ospiti di bianco verde vestiti.
Il Tressa, squadra profondamente rinnovata nel estate 2016, grazie a ben sedici innesti nel mercato di pre season, arriva a questo appuntamento di fine inverno forte del quarto posto in classifica e un rullino di marcia di tutto rispetto.
La compagine senese presieduta da Angelo Tolu (vincitore recentemente del famoso Premio Cicali) era giunta nel Paese dell'Acqua Santa dopo il pareggio interno a reti inviolate contro il Santa Firmina, la dolorosa sconfitta ad Asciano e l'importante vittoria che la vedeva opposta al forte Montagnano.
L'equipe presieduta da Maurizio Fucelli, attualmente penultima, dopo il filotto di vittorie ai danni di Berardenga, Monsigliolo, Geggiano e Montecchio, si presentava alla vigilia di questo turno con le pesanti sconfitte sul groppone, rimediate, contro pronostico, negli scontri diretti contro il Fratticiola, davanti al pubblico amico e a Guazzino sette giorni fa.
La squadra del quotatissimo bomber Nuti (arrivato dal Pianella) è sempre stata nelle posizione di vertice del torneo: la storia del campionato racconta che la rosa preparata atleticamente da Stefano Farmeschi ha sempre occupato posizioni che vanno dalla terza alla quinta posizione, con vertici che l'hanno vista anche comandare la fila tra la settima e la tredicesima giornata del girone di andata.
I termali dopo una prima fase terribile, che li ha visti conquistare la miseria di sette punti in quindici gare, anche grazie all'innesto di alcuni elementi importanti come Del Buono (foto), ha mostrato i muscoli nella seconda tornata.
Guido Cencini e compagni, dalla befana in avanti si sono andati a conquistare ben tredici punti nelle ultime sette partite, un trend praticamente raddoppiato nei mesi freddi rispetto al caldo autunno 2016. Prima frazione di studio tattico per le due squadre che sono scese in campo davanti ad un discreto numero di spettatori e sotto un piacevole sole quasi primaverile, i due portieri non risultano essere impegnati fino alla mezz'ora di gioco, bomber Nuti (già 17 reti in questo campionato) è ben arginato dalla retroguardia locale e sono proprio i viola a rendersi più pericolosi rispetto ai blasonati avversari. Al 38' Pellegrini, già tre reti in campionato, dopo una giocata di pregevole fattura, calcia di poco al lato.
Due minuti dopo, al quarantesimo è l'ala partenopea Esposito ad incunearsi nell'area piccola, tuttavia il numero uno bianco verde, il quotato Bormida, è bravo a chiudere la saracinesca e a non permettere che il parziale cambi, negando la sesta realizzazione annuale per GE7.
Si va al riposo così sul punteggio fermo sullo zero a zero, al rientro dagli spogliatoi le due formazioni appaiono più pimpanti e propositive, i punti in palio, per accorciare la famosa "forbice" play off o guadagnarsi la permanenza diretta in categoria evitando gli spareggi, potrebbero risultare decisivi in questo ventiquattresimo turno.
Michele Bruschi, col fiuto del grande bomber che è stato nel decennio scorso a Cesa, mischia le carte e getta nella bagarre "Bilancia" Fabiani.
Il famoso nick name del forte attaccante foianese, oggi più che mai, risulta essere estremamente provvidenziale.
L'ex Guazzino cambia da solo il match; su un'azione personale del solito Esposito, approfitta della presa non perfetta del goalkeaper rivale ed insacca il suo ottavo centro stagionale quando il cronometro della partita segna il minuto numero sessantotto.
Passano pochi istanti e al 79' il giocatore che militó brillantemente anche a Tegoleto, si conferma match winner nonché Ombre del pardido della sfida.
Ancora in duetto con Esposito, che fa una corsa palla al piede delle sue di oltre sessanta metri, in stile Usain Bolt a Rio 2016, salta l'uomo che non riesce a fermare la sua progressione e serve proprio Marco Fabiani, insacca un goal magnifico al primo palo, l'episodio chiude virtualmente e praticamente la sfida.
La reazione del Tressa è affidata a Nuti che ci prova di potenza da lontano, Tommy Figuretti si supera ed alza un muro più solido ed insuperabile di quello visto tra Stati Uniti e Messico voluto da Donald Trump recentemente.
Grande vittoria (come l'ha definita Claudio Fallerini a Tele Idea nel terzo tempo) per i ragazzi sponsorizzati dalla Famiglia Landi, che in virtù anche dei passi falsi di Fratticiola e Città di Chiusi tornano gagliardamente a sperare di restare aggrappati alla categoria.
Per gli uomini di coach Raveggi una sconfitta pesante, una battuta d'arresto che dovrà essere metabolizzata nei prossimi giorni per arrivare alla prossima sfida, la 25esima di questo torneo, quella che vedrà opposta Kokora e compagni proprio contro il team autoctono di Brilli, diretta concorrente del Chianciano.
Chianciano che andrà a giocare il suo impegno ai Mulini delle Piazze contro l'Atletico di Fabio Parretti.
Da mercoledì la Virtus studierà come far male si blues, stasera, giustamente, è tempo di festeggiare i tre punti conquistati dopo una prova maiuscola di Benicchi e soci.

Virtus Chianciano - Tressa 2-0

Virtus Chianciano: Figuretti, Pulcinelli, Cozzi Lepri, Barbetti, Daviddi, Benicchi, Esposito, Mema, Pellegrini, Del Buono, Lodi. A disposizione di Mister Bruschi: G. Fucelli, M. Fucelli, Della Lena, L. Fucelli, Fabiani, Cencini, Fallerini.

Tressa: Bormida, Corti, D'Agostino, Amore, Andriolo, Aliaj, Nuti, Kokora, Pinna, Beligni, Bellandi. A disposizione di Mister Raveggi: Soldati, Youcan, Collei, Ruggiero, Corbelli, Farnetani

Arbitro: Sig. Romano della sezione di Arezzo

Gol: 68' e 79' Fabiani


Giacomo Testini

Nella foto il numero 10 viola Yari Del Buono, tornato in Virtus nel mercato invernale.

Saxum altra batosta a Castel Giorgio

Castel Giorgio contro Saxum C5 Chianciano

Usciamo ancora sconfitti e senza appello dalla trasferta di Castel Giorgio, sconfitta figlia dei problemi che si verificano durante la settimana e che scontiamo sistematicamente il giorno della partita.
Il primo tempo è equilibrato, la Saxum è ordinata, si difende bene e riparte rispondendo ogni volta al vantaggio locale, si va al riposo sul 3-3.
Nel secondo tempo i giallorossi decidono di non rientrare in campo consegnando la partita ai padroni di casa, che passeggiano per tutto il secondo tempo nella nostra metà campo, andando a segno per ben 8 volte!
Nel buio della partita alcuni sprazzi di luce li porta bomber Anselmi, con un gran gol e svariati miracoli di Bamonte.
Ci apprestiamo ad affrontare l’ultima partita casalinga del campionato con la speranza di recuperare qualche assente, ma soprattutto speriamo che in settimana mister Biscaro Parrini riesca a toccare almeno le corde dell’orgoglio per caricare la squadra e fornire una prestazione di livello in vista dell’ultimo impegno casalingo. Forza ragazzi! Forza Saxum C5!

Campionato serie C2 girone C – 20′ Giornata: Castel Giorgio – Saxum C5 Chianciano 11-4

Marcatori: Anselmi Alessio (2); Vannuzzi Giuseppe; Giuliacci Lorenzo.