Clicca su questo Banner per entrare nel Blog dei Chiancianesi


La Cantina dove trovate lo Spumante del "Man of the Match"
Amministratore ed articoli Vikings Chianciano Rugby e Virtus Chianciano Volley: Valtubo (Valerio Tubino), Articoli e foto Virtus Chianciano Giacomo Testini foto Vikings Chianciano Rugby Filippo Alimenti

Amministrazione Immobili Condomini

I Vikings Chianciano Rugby tornano nel prossimo campionato 2017-2018!!!!

domenica 13 ottobre 2019

Virtus Chianciano sconfitta in casa dall'Albinia e Pagelle


Applausi convinti, da parte di una tribuna Betti assiepata di sostenitori viola, ma le castagne dal fuoco, visto che siamo quasi a metà ottobre, e quindi in linea con la stagione, le tirano fuori i ragazzi di Tommasi che col successo odierno inanellano la quinta vittoria consecutiva. 
Era partita col piglio e l’atteggiamento giusto la formazione di Morganti. 
Il solito Bernetti predicava gioco, Burini faceva in su e giù, con propositività nonostante il miss match atletico Rossi cercava di impensierire gli “All blacks” col suo talento. 
Un primo tempo frizzante terminava sul punteggio di 0-0 grazie anche ai salvataggi di Daviddi.
Il Chianciano nella seconda frazione ha giocato a viso aperto, anche se l’occasione più ghiotta è capitata ad Aniichini.
Il doppio giallo di Del Buono lascia il team di Vallocchia, oggi all’esordio stagionale, in inferiorità numerica.
Pochi istanti più tardi un calcio di punizione calciato da Angelini batte Figuretti all’angolino lontano. 
Entrano Acatullo e Fabbrizzi per il forcing finale, ma nonostante una prova gagliarda, i Viola, oggi in maglia bianca, interrompono la loro serie positiva di tre partite.


Virtus Chianciano - Albinia 0-1


Virtus Chianciano: Figuretti, Daviddi, Lodi, Benicchi, Vallocchia, Rossi, Burini, Nasorri, Kurtaj, Del Buono, Bernetti. A disposizione di Mister Morganti: Spadoni, Fabbrizzi, Fucelli, Demiri, Coluccia, Acatullo, M. Severini, A. Severini

Albinia; Bigoni, Bartalucci, Tamalio, Sgherri (cap.), Pira, Agnelli, Amorfini, Salvestroni, Anichini, Angelini, Scozzafava. A disposizione di Mister Tommasi: Izzo, Amorevoli, Arienti, Bigliazzi,  Harea, Lava, Sabatini

Arbitro: Ferri Gori di Arezzo

Gol: 73’ Angelini


Giacomo Testini


Nella foto i mister viola Morganti e il vice Landi


PAGELLINI E PAGELLANTI 
VIRTUS CHIANCIANO 1945 - USD ALBINIA 0-1 

FIGURETTI, 6: ordinaria amministrazione per l'estremo difensore viola, che anche oggi sventa le (poche) minacce volando sui palloni come Batman su Gotham City. 
DAVIDDI, 7-: il migliore nella retroguardia chiancianese. Compiuti i 30 anni la scorsa settimana, sembra aver guadagnato l'esperienza e il tempismo giusto per intervenire in ogni azione. Splendido splendente. 
LODI, 6.5: un martello sulla fascia sinistra. Ogni volta che un giocatore grossetano gli passa accanto, tira fuori la paletta bianca e rossa e lo ferma seduta stante: mezzo punto in più perché, incredibilmente, non viene ammonito. 
BENICCHI, 6: ottimo nella difesa a 3, sufficiente in quella a 4. Il cambio di modulo quotidiano non gli fa né caldo né freddo, e la prestazione che ne deriva è pulita come i bagni del McDonald's prima che aprano al pubblico. 
VALLOCCHIA, 5.5: il pubblico lo voleva titolare alla vigilia, e mister Morganti accetta la sfida. Schierato terzino destro, azzecca pochi passaggi ma riesce lo stesso a far valere il fisico in più occasioni: mingherlino ma mastino. Alla sostituzione, viene osannato dai tifosi. 
NASORRI, 6.5: avrebbe potenzialità mostruose, ma nella partita odierna gioca un pochino con il freno a mano tirato. E' comunque dappertutto, e quando la squadra rimane in inferiorità difende senza limiti: Iliad sta pensando di metterlo nelle promozioni insieme ai minuti e alle chiamate illimitate. DEL BUONO, 5: meno in palla del solito, poiché sono diverse le sbavature nel corso dell'oretta giocata. Non si sa come, ma il colpo di testa a porta sguarnita non entra, e la legge del contrappasso si "ri-ha" su di lui quando viene espulso per doppia ammonizione dal direttore di gara. Primo tempo da 5.5, seconda frazione da 4.5: il voto è così spiegato. 
KURTAJ, 5.5: due minuti dopo l'inizio, ubriaca difensori, tifosi e spettatori della pallavolo al Palazzetto dello Sport quando entra in area durante un'azione di attacco. "E' in forma", dicono sulle tribune. Si spegne subito dopo: di rilievo, una galoppata di 100 metri nella seconda frazione. Troppo poco però. 
BURINI, 7: il migliore della truppa. Lo si trova Avanti-indietro-destra-sinistra manco stesse ballando l'Alligalli, e con la sua velocità mette pressione e costringe all'errore la retroguardia dell'Albinia. Non si sa che possa avere fatto ieri sera, ma gli consigliamo di rifarlo il prossimo weekend: prestazione superlativa. 
ROSSI, 6: sufficienza stiracchiata, complice il fatto che quasi sparisce quando la squadra rimane in 10. Ha una clamorosa azione nel primo tempo, quando il suo diagonale finisce in out (con gli spettatori che già si abbracciavano per l'ipotetico gol). Nel secondo tempo, colpisce il legno su punizione. 
BERNETTI, 6.5: come ogni domenica, dalla prima giornata a questa parte, delizia il pubblico attraverso le sue giocate magnificenti. Accarezza la palla come le chiaroveggenti con le sfere di cristallo, e addirittura per velocizzare il gioco si abbassa nei pressi della difesa: uomo in più. 
FABBRIZZI, 6-: si scalda 22 minuti e mezzo e gioca gli altri 22 e mezzo, senza mai entrare nel merito della questione. 
ACATULLO, 6: entra ma non incide troppo. Spettacolare la punizione su cui si tuffa il portiere dell'Albinia, un po' meno il tiro finale che risulta lento e impreciso. 
COACH MORGANTI, 7: prepara la partita nella miglior maniera possibile, tanto che non sembra che al Maccari sia arrivata la prima in classifica. Difesa a 4 approvata (come avrebbe dovuto fare in corsa, nel match contro il Massa Valpiana), bene l'attacco a due con Rossi più servito dai compagni di squadra. Se il match fosse finito in parità, non avremmo fatto un torto a nessuno; se l'avessimo vinto (con un minimo di fortuna), sarebbe stato da 10.

Pietro Fanti

domenica 29 settembre 2019

La Virtus Chianciano non va oltre lo 0 a 0 in casa


È fine settembre, e nonostante il clima quasi estivo di questi giorni, l’equinozio d’autunno è arrivato. Con esso, inequivocabilmente, anche il periodo dei funghi.
Nel pomeriggio del Maccari Stadium, metaforicamente parlando, tra Virtus e Manciano, i porcini, i cucchi e gli champignon, se li sono equamente spartiti i Viola e i Bianco Rossi.
Al terzo minuto Lodi rimedia un cartellino giallo per un intervento ruvido, ma il tackle del “talismano virtussino” non fermerà la sua prestazione maiuscola.
Per intensità, scelta del tempo negli interventi e puntualità nel contrastare le folate offensive dei grossetani, il Liuk chiancianese risulterà l’MVP del match insieme a Severini. 23' dribbling secco di Acatullo e conclusione che finisce a lato. I locali giocano un bel calcio, producono gioco con trame cristalline e cercano sempre la giocata palla a terra.
Tuttavia le vere azioni da rete latitano. 28' bella rovesciata in stile “Calciatori Panini” di Del Buono: sfera che esce non di molto. 32' un Bernetti ubriacante salta mezza difesa e tocca al centro, con il portiere che intercetta il pallone.
Prima dell’intervallo Figuretti, il golkeaper padrone di casa che proprio ieri è diventato dottore con una valutazione di 110 e lode, nega per due volte la gioia del gol agli ospiti su conclusioni pericolose dell’ottimo Lancioni e dell’ex player del Verona Di Chiara.
Nella seconda frazione, anche a causa del caldo, le squadre si allungano e le formazioni progressivamente calano di intensità. Matteo Severini gioca la sua solita partita di qualità e quantità, Benicchi e Daviddi fanno muro sulla tre quarti e Nasorri prova le giocate pulite e raffinate. La chance per sbloccare l’incontro arriva al minuto numero 80: Il solito positivo Bernetti in diagonale cerca di gonfiare la rete, il portiere ospite Ciaccia salva sulla linea in due tempi.
Entrano Fucelli, Coluccia e Burini, ci prova anche Rossi con la fantasia ma il pallone non ne vuole sapere di entrare in fondo al sacco. Gubernari e Franci cercano di portare l’intero “paniere dei funghi verso Saturnia”, ma dopo il triplice fischio, la posta in palio è equamente distribuita tra i due team che proseguono la sua lotta salvezza a braccetto, avendo entrambi quattro punti dopo tre giornate di regular season.
Nel post partita il DS Severini si è detto soddisfatto per l’approccio tecnico degli uomini allenati da Morganti e per il secondo risultato utile consecutivo contro un avversario ostico. Da segnalare la nutrita partecipazione di tifosi e simpatizzanti termali che oggi hanno occupato la tribuna Betti con oltre cento unita. 

Virtus Chianciano - Manciano 0-0

Virtus Chianciano: Figuretti, Lodi, Daviddi, Benicchi, M, Severini, Rossi, Del Buono, Nasorri, Kurtaj, Acatullo, Bernetti. A disposizione di Morganti: Spadoni, Bertini, Vallocchia, Fucelli, Burini, Coluccia, Fabbrizzi, A. Severini

Manciano: Ciaccia, Scudi, Pappalardo, Di Chiara, Palmisani, Giorgi, Compagnucci, Gubernari, Franci, Lancioni, Fanciulli. A disposizione di Mister Pallassini: Deiana, Fagnoni, Mecja, Bernabini, Bartolini, Manini, Pallassini.

Arbitro: Mangani sez. Arezzo


Giacomo Testini


Nella foto Matteo Severini uno dei migliori in campo anche oggi

sabato 28 settembre 2019

Virtus Chianciano Futsal seconda vittoria in Coppa!

Virtus Chianciano Futsal
Coppa Italia Regionale Umbria Serie C2 - 2^ giornata: Virtus Chianciano - Sugano 4-1

Marcatori: Babei Daniel (3); Fè Graziano.

Seconda vittoria per i ragazzi di mister Biscaro Parrini nel girone di coppa contro un Sugano molto ben organizzato e con delle ottime individualità, ma ieri sera i nostri ragazzi hanno fornito un ottima prestazione di squadra concedendo poco e nulla in attacco agli ospiti grazie ad un attenta fase difensiva e mostrando notevoli miglioramenti nei meccanismi di manovra in attacco. Mattatore della serata Babei Daniel con tre reti, ma complimenti a tutti per la buona prestazione!!
Forza ragazzi!!!

giovedì 19 settembre 2019

Chianciano Volley Cup


Il 21 e il 22 settembre presso i palazzetti di Chianciano, Sarteano e S. Albino (SI) si svolgerà la CHIANCIANO VOLLEY CUP, il duplice torneo di volley che vedrà in campo più di 170 atlete fra serie A e under 14.
Un progetto pensato dalla Roma Volley Club in collaborazione con il comune di Chianciano Terme per promuovere, attraverso lo sport, l’empowerment femminile.
Lo sport femminile più praticato in Italia sarà il veicolo per promuovere questi nobili valori, con il supporto dell’associazione AMICA DONNA e del Comune di Chianciano Terme. “LA FORZA DELLE DONNE” è inoltre il titolo di un programma annuale che svilupperà molteplici eventi sul territorio, come il meeting scientifico sulla prevenzione delle patalogie femminili attraverso lo sport. Nell’organizzazione degli eventi ha avuto un ruolo fondamentale la collaborazione Terme di Chianciano e UPMC Institute of Health, polo medico di alto livello dell’Università di Pittsburgh.
Le compagini di Serie A che parteciparanno al torneo per contendersi il titolo saranno Il Bisonte Firenze, Bartoccini Fortinfissi Perugia direttamente dalla massima serie italiana, la Roma Volley Club e l’Helvia Recina Macerata partecipanti al campionato di A2.
Nel torneo under 14 oltre alle squadre provenienti da tutto il centro Italia parteciperà una rappresentativa della Valdichiana dimostrazione della volontà di coinvolgere il territorio.

lunedì 16 settembre 2019

La Virtus Chianciano stecca la prima in campionato


Metà settembre, tempo di vendemmia e di inizio dell’anno scolastico. Dopo una lunga estate, e una squadra quasi completamente rinnovata, la Virtus, come per il vino, e gli alunni, si presenta al primo appuntamento stagionale per determinare se “i compiti durante le vacanze sono stati svolti bene” e se il “vino novello” è di buona spremitura oppure non propriamente di migliore annata. 
Inizia poco positivamente il team di Morganti (oggi influenzato) disattenzione della retroguardia termale e i grossetani si portano in vantaggio con Monterisi che sblocca le ostilità quando il campionato è iniziato da soli 9’.
Gli arancio blu sono un’equipe, come abbondantemente descritto alla vigilia dagli addetti ai lavori, quadrata e assai forte fisicamente. 
Al 22’ sono ancora gli uomini di Cavaglioni a rendersi pericolosi: un cross perfetto di Scalzo, il top player della categoria, ex Genoa e Livorno, trova puntuale all’appuntamento Ferretti. Il numero dieci ospite colpisce di testa, ma Figuretti si supera e nega il raddoppio all’ex Massetana 1905.
La risposta viola è affidata a Del Buono, ma sono ancora gli ospiti a far male dall’out destro: Monterisi, sempre lui, tira da posizione angolata e con un tracciante a mezz’altezza trasforma la rete dello 0-2 quando il cronometro di Fabbri indica 32’.
Il Chianciano accusa il colpo e dopo centoventi secondi subisce la terza marcatura con Mazzinghi. 42esimo e il Massa fa poker. Scalzo segna in contropiede dimostrando una superiorità tecnica e mentale di spessore professionistico. La difesa a tre dei termali non riesce a contenere lo straripante attacco maremmano e al riposo il punteggio è pesante.
Dopo l’half time la squadra presieduta da Sanchini e Bertini prova a reagire. Bernetti con una punizione al 3’ mette i brividi a Bartorelli. Nasorri (CN7) ci mette il cuore, Lodi (El diez) la dedizione e Rossi (Tommy-mix) l’anima. Entra Kurtaj e ancora Bob Bernetti sfiora il gol virtussino con un fendente al primo palo. 63’ Matteo Severini si conferma giocatore di qualità e quantità e Rossi sfiora la marcatura da dedicare al fratello Filippo che proprio oggi festeggia il 33esimo compleanno. 77’ Altra grande azione del MV che mette in condizione Ferretti di fare pokerissimo.
Seguito al 41’ della seconda frazione dal gol del tennistico 0-6 segnato da Daiu. Rossi, nonostante il “garbage time” emula Giuseppe e Paolo, ossia Pepito e Pablito, i suoi omonimi, e con una palombella da antologia, realizza il gol della bandiera. Allo scadere, prima del triplice fischio i padroni di casa rendono un po’ meno pesante il passivo con il secondo sigillo siglato da Yari Del Buono.

Virtus Chianciano - Massa Valpiana 2-6

Virtus Chianciano: Figuretti, Daviddi, Bertini, Benicchi, M. Severini, Rossi, Nasorri, Del Buono, Fabbrizzi, Lodi, Bernetti. A disposizione di Morganti: Spadoni, Kurtaj, Burini, Demiri, Coluccia, Acatullo, Fucelli, A. Severini.

Massa Valpiana: Bartorelli, Mazzinghi, Bono, Gianbruni, Berti, Simoni, Scalzo, Vaglini, Monterisi, A. Ferretti. Romeo. A disposizione di Mister Cavaglioni: Allegro, Landi, Daiu, C. Ferretti, Di Giuseppe, Turini, Martelloni, Risaliti

Arbitro: Fabbri sez. Arezzo

Gol: 9’ e 22’ Monterisi - 32’ Mazzinghi - 42’ Scalzo - 77’ Ferretti - 87’ Daiu - 89’ Rossi - 92’ Del Buono


Giacomo Testini


(Nella foto Tommy Rossi, autore di un bellissimo gol che purtroppo risulterà ininfluente si fini del risultato)


domenica 1 settembre 2019

Virtus Chianciano stecca la prima in Coppa Toscana ma buoni segnali


“L’estate sta finendo, e il caldo se ne va” cantava Righeira in un celebre singolo del 1985. In realtà, l’afa di fine agosto, non ha ancora abbandonando le longitudini del nostro territorio, e gli atleti oggi in campo, per il debutto in Coppa Toscana, hanno subito le fatiche durante il match del Maccari Stadium. Parte bene la Virtus del DS Severini: al 9’ Rossi fa il prestigiatore e taglia in due la difesa ospite, Acatullo tenta il lob con un colpo da sotto ma Butini è bravo a neutralizzare in due tempi. Al minuto numero 27 viene chiamato, dal direttore di gara Fabbri, il “cooling break”, ossia il time out sul campo. Tale stop al gioco può essere consentito una volta per ogni tempo di gioco se, 90 minuti prima del calcio d’inizio, la temperatura supera i 32 gradi. Al 31’ il “Figlio d’arte Burini” viene lanciato da un assist morbido di Benicchi. Tuttavia la conclusione del numero sette viola è però troppo centrale e viene neutralizzata dall’estremo difensore ospite. Al 37’ Acatullo, MVP della gara fino a quel momento, esce per un problema muscolare. Coach Morganti al suo posto getta nella mischia Kurtaj. I bianco rossi cambiano ritmo sul finale di frazione e si rendono decisamente pericolosi con bomber Camillo Bindi (El pistolero) fermato da posizione di offside e pochi istanti dopo con un calcio di punizione dal limite tirato con potenza e precisione da Ventrone. Tommy Figuretti, il “Purple Wall” è puntuale nel dire di no all’attaccante del Torrenieri. Il secondo tempo si apre con il debutto di Bernetti e con i reds, oggi in blue shirt, che guadagnano campo e macinano gioco col passare dei minuti. Il team dell’ottimo Mister Marchi è ordinato e ben messo in campo. Al 56’ un velenoso tiro cross di Kokora beffa la retroguardia guidata da Daviddi e senza che nessuno tocchi la sfera, si insacca all’angolino alto portando in vantaggio la compagine fondata nel 1925. I Viola tentano di recuperare, entrano sul rettangolo di battaglia anche Bertini e Coluccia ma gli assalti locali sono tamponati da Bisnciardi prima e Laruccia poi. Gli ospiti, sfruttano anch’essi la loro panchina lunga: Dodaj e Lekeune si rendono pericolosi in one to one, ma Figuretti è decisivo in almeno due occasioni. Il risultato non cambia più. Vince di misura la squadra di Bucciarelli che continua la sua preparazione in vista del primo incontro di campionato che si giocherà tra due settimane. I ragazzi che difendono i colori del paese dell’acqua santa, ancora privi di Nasorri, da domani inizieranno a lavorare in vista della seconda sfida di Coppa, prevista contro il Torrita forse s Rapolano. Durante la ‘mix zone’ di fine partita il dirigente locale, ed ex grande giocatore del nostro calcio, Massimo Del Giusto, ha definito il confronto odierno come un valido test pre season. “La strada è lunga, ho visto cose buone ed altri aspetti su cui dovremo necessariamente crescere.” Ha concluso l’ex player di Pianese e Montalcino.

Virtus Chianciano - Torrenieri 0-1

Virtus Chianciano: Figuretti, Daviddi, A. Severini, Benicchi, M. Severini, Rossi, Burini, Fucelli, Fabbrizzi, Acatullo, Lodi. A disposizione di Mister Morganti: Spadoni, Vallocchia, Kurtaj, Nasorri, Bernetti, Coluccia. Bertini.

Torrenieri: Butini, Bianciardi, Laruccia, Kokora, Bonsi, Frati, Bechi, Toracca, Bindi, Bucciarelli, Ventrone. A disposizione di Mister Marchi: Grieco, Rabazzi, Dodaj, Lekeune, Bovini, Sacrestano 

Arbitro: Sig.ra Irene Fabbri sez. Arezzo

Gol: 56’ Kokora
Recupero: 1’ e 4’
Spettatori paganti: 93


Giacomo Testini 


(Nella foto Beppe Acatullo)

venerdì 21 giugno 2019

Tutto sulla Notte degli Oscar del Calcio Dilettanti 2019



È stato un clamoroso successo di pubblico e celebrità locali la terza edizione della notte degli Oscar del Calcio Dilettanti.
La manifestazione, ideata e promossa dalla redazione sportiva di Tele Idea, ha fatto registrare, all’interno del prestigioso salone Magellano del Grand Hotel Ambasciatori di Chianciano, oltre trecento presenze.
Sono stati ventuno i premi che i presentatori dell’evento: Giacomo Testini, Alice Canale e Pietro Fanti hanno consegnato ai vari giocatori, gli allenatori e le personalità che si sono contraddistinte in questo 2018-19 calcistico. Manuel Volpi, arbitro professionista è stato applaudito per il suo brillante esordio in serie A.
Il Lucignano, fresco vincitore del campionato di prima categoria ha conquistato due statuette (Guerrini come giocatore e Santini nella categoria coach). In seconda categoria ad alzare il trofeo è stato il bomber D’Aniello, mentre in terza divisione la giuria ha consegnato la statuetta a Tommaso Rossi del Montepulciano Stazione. Bottino pieno per la Pianese di Masi che grazie alla promozione in serie C ha portato a casa i riconoscimenti come miglior giovane (Benedetti) e MVP del torneo di serie D (Bianchi).
Per la categoria promozione coach Pezzatini ha consegnato il titolo al grande Violetta, mentre in eccellenza il direttore dell’almanacco del calcio toscano Andrea L’Abbate ha portato sul red carpet della struttura termale l’oscar per Daniel Khtella del Grassina. Il cannoniere della prima categoria girone F Camillo Bindi è stato premiato da Alessandro Magliozzi, mentre per il calcio femminile il titolo assoluto non poteva che non andare alle pluri vincitrici del San Miniato Women’s.
Momento bellissimo è stato il ricordo di Matteo Della Lena e il premio “Giuliano Giuliotti” ritirato da Sport Siena. Grandi applausi hanno riscosso i ‘Briganti Arroganti’ (premiati dal capitano del Città di Chiusi Lorenzo Feri) arrivati al gran completo nel paese dell’acqua santa con sciarpe e fumogeni per alzare al cielo il riconoscimento di Super tifo. Celebrati anche i giovani: Il San Quirico juniores di Ciacci, fresco vincitore del campionato provinciale e la Sinalunghese Under 17 di Tintori hanno sfilato sulle musiche e le grafiche prodotte da Filippo Lorenzetti e Moriano Micheli. Grande serata anche per il Sanqui che torna in Val d’Orcia con Gianmarco Borghi (premio speciale per il cuore e il coraggio consegnato da Federico Daviddi) e Massimiliano De Bernardi, trionfatore nella sezione Oscar alla carriera. Fiorilli dell’Acquaviva è risultato essere l’Hombre del partido, mentre Franco Canuti ha vinto nella competizione “Ven eleven”.
Nel parterre de Roi della kermesse chiancianese erano presenti tra gli altri Dario a Calveri, storico capitano rosso blu, Fabio Nardi, assessore allo sport di Chianciano, il leggendario mister Carlo Caroni, i dirigenti federali Massimo Tavanti, Carlo Fusai e Mario Tralci, A ‘fare gli onori di casa’ dopo un ricco buffet offerto dalla Famiglia Barbetti sono stati Cristiano Sanchini Presidente Virtus e Valentina Chiancisnesi addetta stampa dell’associazione albergatori di Chianciano Terme. Riccardo Lorenzetti (fresco vincitore del microfono d’oro) e Sabrina Poggiani (Admin di Tele Idea) ideatori della manifestazione si sono detti entusiasti per come si è sviluppata la serata e per il seguito di tifosi ed addetti ai lavori, sia in diretta tv che sulla pagina facebook.
Tanti gli sponsor che hanno voluto partecipare e tantissimi i players che non sono voluti mancare in quella che era stata ribattezzata, anche da Claudio Binarelli, come la festa della Tribù del football della Valdichiana senese e aretina.

martedì 11 giugno 2019

Notte degli Oscar del Calcio Dilettanti



“Una piacevole festa del Calcio Dilettanti territoriale dove tutti sono invitati a partecipare” - E’ questo, in estrema sintesi, il messaggio che la Redazione Sportiva di Tele Idea vuole inviare ai tesserati, i tifosi ai simpatizzanti, nel riproporre, per il terzo anno consecutivo, ‘La Notte degli Oscar del football locale’.
L’appuntamento è per il 20 giugno alle 20.30, la prestigiosa location sarà il Salone Congressi Magellano del Grand Hotel Ambasciatori wellness e SPA di Chianciano Terme. Come nel biennio precedente, l’ingresso è gratuito per tutti.
La serata andrà in diretta sul canale regionale 190 del digitale terrestre e in diretta facebook sulla pagina dell’emittente e sarà condotta da Alice Canale, giornalista della storica emittente termale, Pietro Fanti, telecronista ufficiale della Pianese e Giacomo Testini, già conduttore nelle edizioni svolte all’Astoria Forum e l’auditorium del Parco di Sant’Elena. Saranno premiati, con la statuetta, simil Hollywood (con le debite proporzioni) giocatori e allenatori, dalla serie D alla 3a categoria, che si sono contraddisti in questa stagione 2018-19 appena terminata.
Non mancheranno premi speciali e piccole sorprese. Riccardo Lorenzetti (ideatore del format) e Sabrina Poggiani (amministratore delegato di Tele Idea) coordineranno l’evento dal back stage. Filippo Lorenzetti (Admin della curatissima pagina Fb della Sinalunghese) curerà l’aspetto grafico e scenografico.
La regia è affidata naturalmente a Moriano Micheli con la collaborazione alle telecamere di: Daniele Cangi, Claudio Fallerini e Lisa Micheli. 
Oltre al consueto red carpet, le indiscrezioni, quando il countdown è già cominciato, ci dicono che tra i premianti dovrebbero esserci vecchie glorie e il resto della “Tribù” che fa parte della redazione televisiva. C’è curiosità e suspense per sapere chi alzerà i trofei celebrativi di fine anno.

Nella foto l’edizione 2017

venerdì 3 maggio 2019

Italbasket Femminile a Chianciano Terme



La Nazionale Femminile muoverà i primi passi verso l'EuroBasket Women 2019 (Serbia e Lettonia, 27 giugno-7 luglio) a partire da lunedì 6 maggio a Chianciano Terme. La località toscana, che nel prossimo ottobre ospiterà l'Opening Day del campionato Femminile di A1, vedrà in campo le Azzurre per tre giorni, per un interessante anticipo del raduno pre-Europeo che inizierà il 23 maggio a Treviso. 

A Chianciano non sono state convocate le atlete impegnate in questi giorni nella finale scudetto, in forse anche la presenza di Cecilia Zandalasini che sta giocando i playoff in Turchia col suo Fenerbahce.
Le Azzurre si ritrovano nella serata di domenica 5 maggio al Centro di Preparazione Olimpica dell'Acqua Acetosa, la mattina successiva la partenza per Chianciano dove verrà inaugurato il nuovo Palasport. La squadra di Marco Crespi si allena nel pomeriggio del 6 maggio e poi due volte il 7. Sempre il 7 maggio, alle ore 11.00 il sindaco Marchetti taglia il nastro per l’inaugurazione del Palasport dopo i recenti lavori di ristrutturazione.
A seguire si svolge la conferenza stampa cui sono invitati la stampa e l’intera cittadinanza. Il raduno si chiude l'8 maggio alle 13.00. Il 7 maggio dalle ore 17,30 alle 20 l’allenamento della Nazionale si tiene a porte aperte, come pure la mattina del giorno seguente dalle 9,30 alle 12. 

In questa occasione sarà presentata la nuova partnership tra la società energetica multiutility Estra , il Comune di Chianciano Terme e il Comitato Chianciano Terme Città Europea dello Sport 2019, insieme a Terme di Chianciano Spa e UPMC Institute for Health Chianciano Terme.

Così coach Marco Crespi: "Ci avviciniamo all’Europeo, questo raduno guarda li e anche oltre. La maglia azzurra significa ambizione. E su tutti i campi ne vediamo sempre di più. A Chianciano il primo passo verso la Serbia". 

“L’inaugurazione del Palasport è un giorno importante non solo per Chianciano, ma per l’intera “community” dello sport, che tanto ha bisogno di impianti funzionali e accoglienti - commenta il Presidente della LBF, Massimo Protani. Il fatto poi che l’inaugurazione si svolga in coincidenza con la presenza per tre giorni della Nazionale femminile, e che nel progetto “CHIANCIANO TERME EUROPEAN TOWN OF SPORT 2019” la pallacanestro sia molto presente tra Finali Nazionali Under 16 e Opening Day del prossimo campionato di Serie A1, mi rende oltremodo orgoglioso. Ringrazio il sindaco Andrea Marchetti, per essersi dimostrato Amministratore competente e attento alle esigenze dei cittadini, e insieme a lui l’intera amministrazione; ringrazio il comitato promotore del progetto e il suo Presidente, Paolo Carito, gli amici Massimo Crociani e tutte le persone con cui quotidianamente lavoriamo per la buona riuscita degli eventi.
L'inaugurazione del nuovo palasport - conclude Protani - rappresenta il primo passo per riportare la città di Chianciano Terme ai massimi livelli per quanto riguarda l’ospitalità e l’impiantistica sportiva".

All'EuroBasket Women 2019 l'Italia disputerà le tre partite del girone di Niš (Serbia) alle ore 18.30: il 27 l'esordio con la Turchia, il 28 la sfida all'Ungheria e il 30 quella alla Slovenia. Le prime classificate dei 4 gironi accedono ai Quarti di Finale, seconde e terze incrociano per guadagnarsi un posto tra le prime otto. L'Italia nello specifico incrocia il girone D (Serbia, Russia, Belgio e Bielorussia), quello che si gioca a Zrenjanin. 

Tutta la fase finale, dal 4 luglio, sarà ospitata dalla Stark Arena di Belgrado (18.000 posti). Le prime sei squadre dell'EuroBasket Women si qualificano per il FIBA Women's Olympic Qualifying Tournaments 2020, il torneo pre-olimpico che si giocherà a febbraio 2020. 

Le Azzurre

Beatrice Attura ('94, 1.70, P, Herner, Germania)
Alexandra Ciabattoni ('94, 1.83, A, Umana Reyer Venezia)
Lorela Cubaj (’99, 1.93, C, Georgia Tech University)
Valeria De Pretto (’91, 1.85, A, Umana Reyer Venezia)
Caterina Dotto (’93, 1.70, G, Fila San Martino di Lupari)
Elisa Ercoli (’95, 1.90, C, Geas Basket S.S. Giovanni)
Carlotta Gianolla ('97, 1.85, G, Kennesaw State University, USA)
Gaia Gorini (’92, 1.81, P, Umana Reyer Venezia)
Jasmine Keys (’97, 1.90, A, Fila San Martino di Lupari)
Francesca Melchiori ('93, 1.70, G, Parking Graf Crema)
Giulia Natali ('02, 1.76, G, Meccanica Nova Vigarano)
Giuditta Nicolodi (’95, 1.85, A, Geas Sesto San Giovanni)
Francesca Pan (’97, 1.84, A, Georgia Tech University)
Ilaria Panzera (’02, 1.78, G, Geas Sesto San Giovanni)
Elisa Penna (’95, 1.91, C, Wake Forest University)
Kathrin Ress ('85, 1.92, C, Itas Bolzano)
Giorgia Sottana (’88, 1.75, P, Fenerbahce, Turchia)
Laura Spreafico (’91, 1.81, A, Elcos Broni)
Marzia Tagliamento (’96, 1.81, A, Ensino Lugo, Spagna)
Valeria Trucco (’99, 1.92, A, Pallacanestro Torino)
Cecilia Zandalasini ('96, 1.86, A, Fenerbahce, Turchia)

Riserve a casa

Debora Carangelo ('92, 1.69, P, Umana Reyer Venezia)
Veronica Dell'Olio ('93, 1.85, A, Alpo Villafranca)
Sofia Marangoni ('95, 1.77, P, Magnolia Campobasso)
Martina Kacerik ('96, 1.80, G, Umana Reyer Venezia) 
Marida Orazzo ('94, 1.74, G, Gesam Gas Lucca)
Elisa Pinzan ('99, 1.70, P, South Florida)
Elena Ramò ('94, 1.80, A, Alpo Villafranca)
Mariella Santucci ('97, 1.75, P, Toledo University) 
Stefania Trimboli ('96, 1.75, P, Treofan Battipaglia) 

Lo staff

Allenatore: Marco Crespi
Assistenti: Giovanni Lucchesi
Preparatori Fisici: Matteo Panichi, Francesca Zara
Medico: Piergiuseppe Tettamanti
Ortopedico: Roberto Fabbrini
Osteopata: Giampaolo Cau
Massofisioterapisti: Davide Pacor, Matteo Brunelli
Team Manager: Marco Gatta
Addetto ai Materiali: Francesco Forestan
Addetto Stampa: Giancarlo Migliola

Il programma

5 maggio
Ore 20.00 Inizio raduno presso CPO di Roma

6 maggio
Ore 9.00 Trasferimento c/o Hotel Michelangelo, via delle Paine 146, Chianciano
Ore 18.30-20.30 Allenamento

7 maggio
Ore 8.30-11.00 Allenamento
Ore 17.30-20.00 Allenamento
8 maggio
Ore 9.30-12.00 Allenamento

Valtubo

domenica 28 aprile 2019

Virtus Chianciano sconfitta in casa dal Torrenieri


Bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto? Dipende da quale punto di vista si analizzano le cose, come sempre.
Se si pensa che questa Virtus era stata costruita in estate per fare i play off e magari avere un ruolo da protagonista nella corsa al titolo, allora, necessariamente, il famoso bicchiere risulterà mezzo vuoto. Ma se, analogamente, si valuta che la squadra ha occupato l’ultimo posto della classifica, in solitaria, per ben tredici domeniche, lasciando presagire ad una retrocessione che ad un tratto sembrava inevitabile, allora il bicchiere sarà per forza di cose mezzo pieno.
Anzi, pienissimo. È stata una stagione unica per la compagine viola, nel bene e nel male. Il cambio di allenatore, i quaranta giocatori utilizzati, la rimonta epica compiuta dall’arrivo di Mister Del Balio.
È successo davvero di tutto nella cittadina termale, così come nella 29a giornata di campionato. Si respirava aria di festa nel paese dell’acqua santa, il DS Maresca aveva deliberato l’ingresso a un euro per tutti i residenti per permettere ai supporters Viola di seguire la squadra e gli Indians, gli storici tifosi locali, guidati da Orlandi e Magliozzi avevano preparato bandierine, tamburi e striscioni.
Prima del match il vice presidente Nanda Landi ha premiato con una targa celebrativa Giovanni Esposito, giunto alla sua ultima partita davanti le mura amiche dopo una carriera virtussina fantastica. Un istante più tardi è toccato a capitan Marco Barbetti ricevere dal presidente Cristiano Sanchini la dedica su una bella cornice che premia uno dei giocatori più importanti, seri e costanti dell’intera storia calcistica di Chianciano. Sul campo però il Torrenieri parte subito forte e dopo neanche dieci minuti Cicino insacca la rete del vantaggio gelando la tribuna Betti dello stadio Maccari.
I padroni di casa vanno vicinissimi al pareggio con Ubah, Pagano e Valentini, ma un po’ per sfortuna e un po’ per demeriti il parziale della prima frazione si chiude sullo 0-1.
Rientrati in campo i locali trovano il pari con un penalty del solito Ubah Darlington Chimezie. Sembra l’ennesima rimonta di Labiase e Gomon, ma su un contropiede di Bindi e Bellandi, al 25’ del secondo tempo i biancorossi segnano il bellissimo gol dell’1-2 col neo entrato Signorini.
La Virtus si rovescia in attacco, Figuretti fa miracoli tra i pali e Uduh (entrato al posto di Vallocchia) ci prova da lontano, tuttavia è ancora il Torrenieri, con L’altro nuovo entrato Beqiraj, a chiudere i conti.
Nel finale, dopo l’espulsione di Stringano, Signorini segna il punto del poker per gli ospiti. Si ferma a cinque il numero di vittorie consecutive del team termale.
I Viola restano ancora fuori dalla zona caldissima che permette di restare in prima categoria, domenica a Torrita servirà fare punti per chiudere al meglio la stagione, evitare i play out e ottenere la salvezza che potrebbe decretare il bicchiere assolutamente pieno, anzi pienissimo. 

Virtus Chianciano - Torrenieri 1-4

Virtus Chianciano: Figuretti, Vallocchia, Lambiase, Barbetti, Gomon, Scassagreppi, Esposito, Valentini, Pagano, Ubah, Stringano. A disposizione di Mister Delbalio: Giani, Scannicchio, Uduh.

Torrenieri: Lorenzetti, Pellegrini, Rabazzi, Bechi, Pagliantini, Laruccia, Cicino, Ventrone, Bindi, Pasqui, Bellandi. A disposizione di Mister Magneschi: Corbelli, Signorini, Beqiraj, 

Arbitro: Sig. Sbardellati sez. Arezzo

Gol: 7’ Cicino. 47’ Ubah (rig.) - 69’ Signorini - 88’ Beqiraj - 91’ Signorini

Espulso: Stringano per somma di ammonizioni 


Giacomo Testini