Clicca su questo Banner per entrare nel Blog dei Chiancianesi


La Cantina dove trovate lo Spumante del "Man of the Match"
Amministratore ed articoli Vikings Chianciano Rugby e Virtus Chianciano Volley: Valtubo (Valerio Tubino), Articoli e foto Virtus Chianciano Giacomo Testini foto Vikings Chianciano Rugby Filippo Alimenti

I Vikings Chianciano Rugby tornano nel prossimo campionato 2017-2018!!!!

lunedì 26 settembre 2016

Virtus Chianciano ancora a zero punti dopo due giornate!



Nel giorno in cui nel Paese Termale si festeggia l'importante manifestazione "6 sportivo" al Parco Fucoli e in cui viene inaugurato, proprio nelle stesse ore, il bellissimo murales, posto tra lo Stadio e la Scuola media "Federico Tozzi", la Virtus del neo Presidente Maurizio Fucelli debutta tra le mura amiche in questo articolato campionato di seconda divisione girone N.
Il muro di via Landi, dietro la tribuna Betti del campo Maccari è stato splendidamente disegnato da writers di spessore nazionale, sul rettangolo di gioco spettava a Giovanni Esposito, da una parte, e Del Buono dall'altra, scrivere la storia della partita e comporre azioni offensive per le rispettive compagini. 
Il club di Geggiano che ha sede a Castelnuovo Berardenga, dopo la prima categoria giocata nel 2010-11, ha poi militato in seconda e terza divisione per il lustro seguente.
Il team presieduto da Ernesto Spinello e fondato nel 1969, si era presentato nella cittadina dell'Acqua Santa dopo la combattuta sfida, giocata e persa, di misura, davanti ai propri sostenitori, lo scorso 18 settembre.
L'esordio contro il Montagnano è stato un buon test per l'equipe arancio-blu e nonostante la sconfitta per 0-1 Fattorini e Settembrini hanno fatto capire che vorranno lottare per restare in questo campionato con grinta e non da comparsa.
Di contro, il Chianciano del DS Mitri Pistoi affrontava l'esordio casalingo dopo la sconfitta per 4-2 a Berardenga, contro l'ostico Castelnuovo di Perinti e dopo una vittoria (contro il Città di Chiusi) una sconfitta (contro l'Atletico Piazze) in Coppa Toscana.
Prima domenica d'autunno, anche se meteorologicamente non si avverte il cambio di stagione, la società Virtus prima dell'inizio delle ostilità ha voluto premiare alla carriera Francesca Tognazzi, storico elemento della formazione femminile che tra poche settimane comincerà anch'essa la stagione agonistica in serie C.
Primo tempo con poche emozioni e tanti sbadigli, gli ospiti capitalizzano l'unica occasione dei primi 45' di gioco con Magliozzi che supera l'incolpevole Arrais con un tap in che si insacca alle spalle dell'estremo difensore ex Ambra dopo venti minuti di gara.
I viola si fanno pescare un paio di volte in offside e cercano l'arrembaggio con capitan Barbetti, il direttore di gara ferma la sua azione per carica sul numero uno del Geggiano.
Al minuto n. 43 è ancora l'arbitro a rendersi protagonista in una prima frazione povera di spunti tecnici, il Signor Martino, a due minuti dalla fine del primo tempo espelle Mema, responsabile di aver protestato per una rimessa laterale e successivamente per la decisione arbitrale.
La Virtus, già priva del compatto Lodi sulla mediana e del bomber di coppa Cencini, torna negli spogliatoi, dopo due minuti di recupero, con un gol e un uomo in meno rispetto agli avversari.
I termali dopo l'intervallo provano a reagire da squadra, compatti e volenterosi, Vannuccini e Fallerini suonano la carica ma tuttavia l'arrembaggio risulta vano a causa delle ripartenze in contropiede di cui può beneficiare il Geggiano grazie alla pedina in più, ciò nonostante, Esposito, al 60' colpisce la traversa con una botta a colpo sicuro facendo accarezzare il sogno del pari.
Gli ospiti raddoppiano a una dozzina di minuti dallo scadere con Battenti che realizza la sua prima rete stagionale.
Passano cento secondi esatti e Pellegrini, l'ex attaccante dell'Acquaviva, approfittando di una dormita della retroguardia avversaria, sigla in mischia il provvisorio 1-2.
Saltano gli schemi e le squadre si allungano, ne consegue che nel tentativo di agguantare il pareggio la Virtus capitola ancora, il tris è servito da Merka al 36'.
Primi punti per il Geggiano che in estate aveva perso Muzzi e Frosinini, resta al palo la Virtus che dopo due gare non ha ancora conquistato punti.
Domenica Capitan Barbetti e compagni se la vedranno contro l'ostico Montecchio, il Geggiano ospiterà la corazzata ferita del Tegoleto, lo scontro diretto, a campi invertiti, quindi al Manganelli di Berardenga, tra Geggiano e Chianciano, è invece previsto per il 22 gennaio prossimo, li sarà un'altra storia e una nuova battaglia da vivere e raccontare.

Virtus Chianciano - Geggiano 1-3

Virtus Chianciano: Arrais, Vannuccini, Fallerini, Barbetti, Benicchi, Daviddi, Esposito, Mema, Pulcinelli, Fabiani, Fucelli. a disposizione di mister Bruschi: Salvatori, Morganti, Cozzi Lepri, Riccio, Bologna, Marchetti, Pellegrini
Geggiano: Angelini, Bianciardi, Birchi, De Ricco, Parli, Magliozzi, Finco, De Pao, Del Buono, Battenti, Merka. a disposizione di mister Regolo: Minucci, Gigante, Martellini, De Lorenzo, Burresi, Natale, Brocchi
Arbitro: Sig. Martino della sezione di Firenze
Gol: 20' Magliozzi - 77' Battenti - 79' Pellegrini - 85' Merka
Espulsioni: 43' Mema

Giacomo Testini


Nelle foto: l'autore del gol viola Pellegrini, il nuovo murales allo stadio e la giocatrice viola premiata alla carriera.

martedì 13 settembre 2016

Virtus Chianciano secca vittoria contro il Città di Chiusi

Guido Cencini Virtus Chianciano

Seconda giornata Coppa Toscana

Sono passati quasi due decenni, esattamente diciannove anni per la precisione, da quando Chianciano e Chiusi non si affrontavano in un derby ad eliminazione diretta. L'ultima volta accadde durante la primavera del 1997, lo scenario era lo stadio Bonelli di Montepulciano ed in palio c'era la permanenza nel campionato di Eccellenza regionale. 
Sul rettangolo di gioco vinse la Virtus ai penalty, ma a causa di un vizio regolamentare la vittoria fu assegnata ai biancorossi che condannarono i termali al torneo di promozione ed ad un'era che avrebbe poi condannato la Chianciano calcistica negli abissi del calcio dilettanti.
Sono passati tanti campionati e chilolitri di acqua sotto i ponti. La Chiusi del football più blasonata, quella capitanata da Piero Dongarrà e guidata nelle retrovie dell'abile Andrea Mazzuoli, milita ancora in Eccellenza.
Da quattro anni esiste una seconda compagine nel paese che ha visto grandi giocatori come Filosi e Del Giusto: stiamo parlando del Citta di Chiusi squadra che dopo tre brillanti campionati in ascesa di terza categoria è riuscita ad essere ripescata nel torneo di seconda divisione, ed essere inserita proprio nel girone senese-aretino dove è presente la Virtus 1945.
Di fatto, quella giocata allo stadio comunale Mario Maccari di Chianciano Terme, è stata la prima uscita interna per la formazione presieduta da Maurizio Fucelli e il debutto, seppur in Coppa Toscana, per gli autoctoni del Citta di Chiusi prima della nuova avventura nel campionato di seconda categoria.
I rosso-blu-bianchi, che nelle loro fila schierano per regolamento interno solo giocatori nati, residenti o che svolgono attività lavorative a Chiusi, si erano presentati nel paese dell'acqua santa con grinta e determinazione, doti conosciute ed inconfutabili ai chiusini fin dagli albori dalla sua giovane storia.
Il team diretto da Mitri Pistoi, nonostante le assenze di Lodi e Daviddi, tuttavia, davanti ad un bel numero di spettatori paganti, ha giocato una prima frazione gagliarda e propositiva. L'asse Esposito, Fabiani, Cencini funziona. I tre calciatori dalle spiccate qualità offensive, coadiuvati anche da Lorenzo Fucelli hanno sfiorato il vantaggio nel primo quarto d'ora, si sono fatti annullare una rete per un dubbio fuorigioco di Fabiani, ma al 29' sono meritatamente passati in vantaggio con Guido Cencini che ha battuto l'estremo difensore ospite, realizzando così la sua seconda marcatura consecutiva dopo la rete segnata alle Piazze contro l'Atletico nella sconfitta, 3-1, patita sette giorni fa nella prima gara di questo 2016-17.
Il secondo tempo si apre con una bella sgropponata di Esposito (vicino a passare al Bettolle durante la sessione estiva di mercato) che semina scompiglio nella retroguardia avversaria e va vicino al due a zero con un rasoterra che finisce di poco fuori. Cencini, pochi istanti più tardi, si invola sulla fascia mancina e calcia alto, la Virtus tiene il ritmo alto nonostante il gran caldo e produce gioco.
L'11 allenato da Brilli prova ad uscire dal guscio e tenta di sorprendere l'equipe sponsorizzata da Marco Landi con conclusioni della distanza scoprendosi però inevitabilmente al contropiede viola (anche se stasera la Virtus ha giocato in divisa bianca). Fabiani delizia con buone giocate tecniche e Mema, uno dei nuovi acquisti del team di Bruschi, appare in palla.
Il Chianciano controlla il centrocampo grazie anche all'indomabile ed intramontabile capitan Barbetti e Lorenzo Arrais, nuovo numero 1, fresco vincitore del campionato di prima categoria con l'Ambra, che non rischia nulla tra i pali. 
Spadea e i cugini Feri non demordono, ma il raddoppio è nell'aria. Antonio Riccio a pochi minuti dal suo ingresso in campo sorprende Di Luca con un pregevole tap in stile cestistico e porta il risultato parziale, che poi diventerà definitivo sul 2-0 per la soddisfazione dei forti laterali Vannuccini, Fallerini e del resto compagni. Benicchi fa il playmaker in stile Sasha Djordjevic ai tempi della Fortitudo e solo gli offside fermano il costruttivo Pulcinelli.
Il risultato è in ghiaccio, il Chianciano versione 2.0 sembra, almeno per adesso, aver dimenticato, sportivamente parlando, gli adii pesanti di Rosadini, Marianelli, Rossi, Vallocchia e Valdambrini. Il Chiusi ha recentemente cambiato lo stemma della società, dopo gli ottimi campionato disputati in questo recente passato, dovrà però, probabilmente cambiare qualcosa anche tatticamente oltre che a livello di grafica societaria per affrontare la nuova prestigiosa avventura in seconda categoria da protagonista.
Le due squadre si affronteranno ancora nell'ultima giornata di reagular season, domenica invece comincerà per entrambe il girone di seconda divisione. La Virtus farà visita al Berardenga, il Chiusi debutterà il suo girone N contro il quotato Tegoleto.

Virtus Chianciano - Città di Chiusi 2-0

Virtus Chianciano: Arrais, Vannuccini, Pulcinelli, Barbetti, Benicchi, Fallerini, Esposito, Mema, Fucelli, Fabiani, Cencini. A disposizione di Mister Michele Bruschi: Riccio, Morganti, Bologna, Cozzi Lepri, Pellegrini, Marchetti, Della Lena.

Città di Chiusi: Di Luca, Spadea, Scarpelli, Piscitello, Feri, Pazzaglia, Casaglia, Corbari, Pellegrini, A. Feri, R. Piscitello. A disposizione di Mister Alessio Brilli: Toppi, Spinosi, Minetti, Ferretti, Purci, Pugnalini, Tiezzi.

Arbitro Sig. Belardi sezione Siena.
Gol: 29' Cencini - 70' Riccio

Sostituzioni: 66' Riccio per Cencini. 66' Cozzi Lepri per Barbetti. 70' Pucci per R.. Piscitello. 81' Bologna per Esposito. 85' Ferretti per Piscitello


Giacomo Testini