Clicca su questo Banner per entrare nel Blog dei Chiancianesi


La Cantina dove trovate lo Spumante del "Man of the Match"
Amministratore ed articoli Vikings Chianciano Rugby e Virtus Chianciano Volley: Valtubo (Valerio Tubino), Articoli e foto Virtus Chianciano Giacomo Testini foto Vikings Chianciano Rugby Filippo Alimenti

I Vikings Chianciano Rugby tornano nel prossimo campionato 2017-2018!!!!

domenica 28 ottobre 2018

Ancora un pareggio per la Virtus Chianciano


Pioggia dal cielo e pioggia di gol, al Maccari Stadium, nell’ultima domenica di ottobre, in un clima uggioso e profondamente autunnale, la Virtus 1945 e l’USDM Manciano si sono date battaglia, su un terreno viscido e pesante, spartendosi equamente la posta in palio, lottando testa a testa, fino a pochi secondi dal termine delle ostilità.
I Viola dopo la pausa avevano gagliardamente battuto in amichevole il Pienza e strappato un punto prezioso a San Casciano sette giorni fa. Superato un inizio di stagione tutt’altro che positivo, la truppa presieduta da Sanchini sperava di poter cambiare l’inerzia e migliorare la sua complessa classifica confrontandosi nel match casalingo contro l’ostico, ma oggi rimaneggiato Manciano.
I grossetani prima della trasferta termale occupavano la sesta posizione, a ridosso dei primi della classe che si giocheranno la post season primaverile nei play off.
Durante la prima frazione il Chianciano fa la gara, Lambiase, anche oggi tra i migliori in campo, sfiora il vantaggio, ma sono gli ospiti a passare in vantaggio con bomber Brutti, già cinque marcature in questo girone F di prima divisione.
Il team locale costruito da Maresca ci prova con Ndyaie ma è costretto a rientrare negli spogliatoi con il parziale di zero a uno. La musica cambia nel secondo tempo: Ubah Chimezie è un falco sulla fascia e il connazionale Sow è tempestivo nelle chiusure.
Tra il 55’ e il 57’, in poco più di centoventi secondi, prima Seck Ndyaie di testa, poi Alberto Scannicchio, su calcio di punizione, ribaltano completamente il punteggio.
Ancora Scannicchio, MVP assoluto della partita, va vicino al punto del 3-1 ma il palo nega la gioia della doppietta al forte player pugliese. Esce Lambiase per infortunio, entrano Amodio per rafforzare la mediana e Borrelli per fare la boa in attacco.
I padroni di casa sembrano poter portare a casa la prima vittoria stagionale, ma proprio in zona Cesarini, al quarto dei cinque minuti di recupero decretati dal direttore di gara Rosini, i bianco rossi guidati dall’ottimo playmaker pluriquarantenne Palassini, trovano l’ormai insperato gol del definitivo 2-2 con Ballerini in mischia, dopo una smanacciata del positivo estremo difensore Figuretti. Buon ritmo imposto da Mazza (la mente dell’equipe) e Guzzi (il talento di Esposito) ma purtroppo per la compagine griffata sulle divise da Umberto Landi i primi tre punti non arrivano ancora.
Tra sette giorni i Viola sfideranno il quotatissimo Gracciano, sarà l’occasione, forse definitiva, per capire se Scassagreppi e soci vivranno, calcisticamente parlando, una campionato “da incubo” in stile Halloween o se gli “Ognissanti” di inizio novembre farà cambiare marcia e classifica ai Viola che restano una rosa attrezzata per fare molto bene in questa categoria.

Virtus Chianciano - Manciano 2-2


Virtus Chianciano: Figuretti, Sow, Gomon, Liccardi, Mazza, Scannicchio, Lambiase, Scassagreppi, Ndyaie, Guzzi, Ubah. A disposizione di Mister Esposito: Romeo, Venturini, Lodi, Barbetti, Cassano, Ingrosso, Amodio, Stringano, Borrelli

Manciano: De Iana, Pappalardo, Ferrigato, Palassini, Verde, Marzi, F. Ballerini, Santu, Brutti, T, Ballerini, Alborino. A disposizione di Mister Renauoli: Ciaccia, Santinani, D’Errico, Paliciuc, Manini, Fantoni.

Arbitro: Leonardo Rosini 

Gol: 17’ Brutti - 55’ Ndyaie - 57’ Scannicchio - 94’ Ballerini



Giacomo Testini



Nella foto: Alberto Scannicchio, autore del provvisorio gol del 2-1 in apertura di secondo tempo.

martedì 23 ottobre 2018

Le grandi donne della società Virtus Chianciano



“Nessuna lotta può concludersi vittoriosamente se le donne non vi partecipano a fianco degli uomini. Al mondo ci sono due poteri: quello della spada e quello della penna. Ma in realtà ce n’è un terzo, più forte di entrambi, ed è quello delle donne.” (Malala Yousufafzai - attivista pakistana).
In parlamento si chiamano ‘quote rosa’, a Chianciano, nel football locale, necessariamente, vengono definite ‘partecipazioni viola’. Sono delle definizioni, alternative, per le stupende donne termali che hanno un ruolo straordinario nella società che ha sede nel Paese dell’Acqua Santa. Se è inconfutabile che il Presidente Sanchini e il Direttore Generale Maresca hanno avuto un ruolo decisivo nel risanare il bilancio virtussino e per la costituzione della Polisportiva, oltre che per la promozione in prima categoria, è altrettanto vero, e importante, ricordare che, dietro le quinte, si muove Il gentil sesso con ruoli determinanti ai fini burocratici, amministrativi e istituzionali.
Parliamo di Nanda Landi, Serena Sanchini e Vanna Cruciani. La signora Landi è la vice presidente onoraria della società, la sorella del main sponsor ‘Marco Landi’ e la figlia di Umberto, ex tifoso Viola e grande chiancianese di un passato glorioso “Ricopro questo prestigioso ruolo da diversi anni, mi sento un po’ la mamma dei ragazzi che vestono le casacche griffate col nome della nostra famiglia. Abbiamo vissuto stagioni fantastiche e campionati terribili, sportivamente parlando.
Ma noi, da chiancianesi e da virtussini, non abbiamo mai fatto mancare sostegno ed energie al gruppo e alla società.
Mio figlio Vincenzo, all’epoca della bella epoque di Naldi fu uno dei fondatori degli Indians, il tifo strutturato che organizzava trasferte, coreografie e cori con fumogeni e tamburi” - ci ha raccontato la brillante donna in Viola Nanda Landi.
“Sono entrata da pochi mesi in società, ma posso solo essere entusiasta nel constatare che stiamo riavvicinando la popolazione locale al Maccari Stadium e che i nuovi tifosi, uniti ai simpatizzanti locali gioiscano per le vittorie del team” - ha dichiarato la ‘first lady’ Serena Sanchini, sorella del presidente Cristiano e figlia del membro del direttivo Spartaco. Serena oltre ad essere consigliera ufficiale contribuisce alle mansioni di biglietteria nei match casalinghi ed è stata la protagonista nella divulgazione dei gadget Viola ufficiali quali sciarpe e ventagli da stadio.
“Abbiamo una responsabilità calcistica e sociale verso Chianciano e gli sportivi del nostro territorio, la nostra equipe ha calcato palcoscenici di spessore in passato e noi, con la nuova società, faremo il possibile per riportare il nostro amato paese il più in alto possibile, dando sempre un occhio decisivo al bilancio e ai conti” - ha raccontato la segretaria delegata dalla Società Vanna Cruciani, la persona che si occupa delle importanti e talvolta noiose, pratiche di tesseramento, mailing list e carte da comunicare alla federazione. Tre donne ma un solo cuore, quello Viola.
Tre signore e un unico obiettivo, il bene del Chianciano. Tre mamme, con un figlio illegittimo ma naturale come l’istinto materno, ossia la squadra di pallone del paese amato da Pirandello e Fellini. Tre donne ma tanti applausi da tutti per l’apporto decisivo alla Virtus 1945 che stanno fornendo con passione e professionalità Nanda, Serena e Vanna.



Giacomo Testini

domenica 7 ottobre 2018

Virtus Chianciano manca ancora l'appuntamento con la vittoria


Squadre abbondantemente rimaneggiare in terra termale, e, ad aumentare questo trend di assenze, dopo solo undici minuti di gioco, si unisce anche il forfait di Jo Esposito, sostituito dal talentuoso Stringano per una noia muscolare.
In avvio il match è frizzante e dopo diciotto primi, Leo Guzzi sfiora il sette con una punizione da antologia calciata di prima intenzione. La risposta, cento secondi più tardi è affidata per gli ospiti ad Autodorei. Tommaso Figuretti è decisivo nella protezione della sua porta.
Il match si mantiene vivace e piacevole, Nutu al 24esimo impegna severamente il numero uno ospite con una conclusione dal limite dell’area. Lambiase è tonico e Sow sceglie bene il tempo nelle chiusure, tuttavia è però lo Scarlino a trovare il gol in finale di frazione con Paradisi che in tap in è abile a gonfiare la rete Viola e portare in vantaggio i giallo rossi.
Prima del riposo il team presieduto da Sanchini sfiora il pareggio su un batti e ribatti da corner con Ubah, sempre propositivo in fase offensiva.
La ripresa propone una Virtus con gli innesti di Vieira e Borrelli per Nutu e Rinaldi, i cambi tattici mostrano un’equipe diretta da Maresca arrembante, lo Scarlino si difende con ordine ma al 54’ rischia di capitolare con la conclusione mancina di Scassagreppi che termina di poco al lato.
Coach Romagnoli nella fase centrale getta sul rettangolo di battaglia Cappelloni e Di Dato, il ritmo si abbassa anche a causa del caldo, i ragazzi che difendono i colori della città dell’acqua santa ci provano da fuori area e con le ripartenze di Chimezie ma gli avversari sono bravi e fortunati a difendere i pali di Albonetti.
Subentrano anche Lodi (il talismano) e Barbetti (il capitano) ma il risultato non cambia più. L’intera posta va allo Scarlino che ha giocato con personalità e sacrificio. Il Chianciano resta nei bassi fondi della classifica con solo un punto dopo quattro incontri.

Virtus Chianciano - Scarlino Scalo 0-1


Virtus Chianciano: Figuretti, Rinaldi, Lambiase, Mazza, Sow, Viscardi, Esposito, Scassagreppi, Nutu, Guzzi, Ubah. A disposizione di Mister Massimo Esposito: Venturini, Lodi, Vieira, Barbetti, Stringano, Borrelli.

Scarlino Scalo: Albonetti, Germinario, Bruno, Biagioni, Masieri, Atudorei, Cervero, Salusti, Iacobucci, Fabbri, Paradisi. A disposizione di Mister Emiliano Romagnoli: Cappelloni, Trafeli, Di Dato, Marrini

Gol: 36’ Paradisi 

Espulso: 94’ Sow

Arbitro: Sig. Renieri 

Indisponibili e squalificati Chianciano: Liccardi, Amodio, Scannicchio, Uduh, Ingrosso.

Indisponibili e squalificati Scarlino: Corrado, Zaccariello, Tostielli, Duranti, Vento. Catiella, Murri, Bifolco.


Giacomo Testini

Nella foto Tommaso Figuretti, numero uno viola.