Clicca su questo Banner per entrare nel Blog dei Chiancianesi


La Cantina dove trovate lo Spumante del "Man of the Match"
Amministratore ed articoli Vikings Chianciano Rugby e Virtus Chianciano Volley: Valtubo (Valerio Tubino), Articoli e foto Virtus Chianciano Giacomo Testini foto Vikings Chianciano Rugby Filippo Alimenti

I Vikings Chianciano Rugby tornano nel prossimo campionato 2017-2018!!!!

domenica 30 settembre 2018

Sconfitta in trasferta per la Virtus Chianciano


Giornata estiva, meteorologicamente parlando, in quel di Quercegrossa, ma a splendere il sole, metaforicamente parafrasando, al termine dei novanta minuti di gioco, sono gli uomini di Marchi.
La Virtus, oggi prova dello squalificato Liccardi, parte forte e dopo dieci minuti di gara, con una bellissima azione sviluppata dalla fase mancina del rettangolo di battaglia, sblocca le ostilità, con una la rete di Giovanni Esposito che è bravo e freddo nel superare l’estremo difensore locale dopo aver fatto un dribbling di pregevole fattura.
I rosso blu, formazione che guida questa prima categoria girone F, tenta subito di reagire, Redditi prima e Sani poi, impegnano notevolmente Figuretti che è decisivo in almeno due interventi prima che le squadre vadano negli spogliatoi per l’half time.
Da segnalare, purtroppo, pochi istanti prima dell’intervallo, l’infortunio piuttosto serio di Mario Ingrosso, uscito con l’aiuto del massaggiatore Califano e portano all’ospedale Santa Maria alle Scotte per valutare la situazione della caviglia, uscita malconcia dopo un tackle di gioco.
Nella ripresa la Virtus si difende con relativo ordine, Scannicchio fa vedere le sue qualità e Sow, seppur con qualche brivido è preciso e puntuale nelle chiusure difensive.
Un calcio di rigore, apparso quantomeno dubbio dagli spalti, decretato dal direttore di gara Artini, consente a Viani di battere all’angolino destro della porta difesa dal numero uno Viola. Entrano Nutu, Barbetti e Chimezie.
È proprio quest’ultimo players termale a seminare scompiglio nella retroguardia avversaria e a mettere in condizione Borrelli (che oggi spegne la sua trentottesima candelina) di calciare a rete dopo un taglio in diagonale “da pagina numero quattro del manuale del calcio”, come avrebbe detto in telecronaca Josè Altafini. La sfera per sfortuna del bomber partenopeo si infrange sul palo. Il match è intenso e gagliardo, le squadre si affrontano a viso aperto in tutte le zone del campo.
Il pareggio sembra essere un risultato giusto per i valori espressi dalle due rose, ma il team senese è lucido e fortunato nel segnare un gol in tap in con il neo entrato a Machetti.
Il Chianciano ci prova con tutti i suoi effettivi, tuttavia il Quercegrossa, giocando un buon calcio, seppur con un comprensibile calo fisico nel finale porta a casa il threepeat che le consente di essere, meritatamente, l’unica compagine a punteggio pieno dopo i primi tre incontri di stagione.

Quercegrossa - Virtus Chianciano 2-1

Quercegrossa: Grieco, Bagnacci, Viani, Gori, Imparato, Donati, Moscarelli, Giacomini, Redditi, Sani, Pagliantini. A disposizione di Mister Marchi: Bonucci, Lorenzini, Cencioni, Bernabei, Bettini, Fabbiani, Machetti, Casini, Butini.

Virtus Chianciano: Figuretti, Rinaldi, Scannicchio, Mazza, Sow, Viscardi, Esposito, Ingrosso, Borrelli, Guzzi, Scassagreppi. A disposizione di Mister Massimo Esposito: Venturini, Lodi, Vieira, Amodio, Barbetti, Nutu, Stringano.

Reti:10 Esposito - 58’ Viani (rig.) - 71’ Machetti 

Arbitro: Artini sez. Valdarno 


Giacomo Testini

Nella foto Giovanni Esposito. Il numero sette Viola aveva sbloccato il risultato dopo pochi minuti.

domenica 23 settembre 2018

Virtus Chianciano - Argentario 2-2


Virtus vs Argentario evoca grandi ricordi nel paese dell’acqua santa. Trent’anni fa esatti, nel 1988-89, come oggi, le due compagini si affrontavano a viso aperto in uno scenario similare a quello odierno. Coreografia sugli spalti, team ambiziosi e categoria di spessore.
I grossetani dei giorni d’oggi sono un’equipe brillante e composta da diversi prodotti della cantera, nelle prime fasi del match sono abili a dettare ritmo e gioco, senza però produrre nitide occasioni da rete. I Viola, dal canto loro, si incuneano con ripartenze mediane.
Il forte Scannicchio e il quotato Mazza non riescono però a sbloccare le ostilità. Al minuto numero trenta sono gli ospiti a farsi pericolosi con un’azione, partita da sospetto fuorigioco, e ben neutralizzata dal numero uno locale Figuretti. In chiusura di prima frazione Nutu riesce a procurarsi un calcio di rigore. Si incarica di calciare il penalty Leo Guzzi. Il forte giocatore termale, con freddezza, porta in vantaggio l’undici presieduto da Sanchini a una mezza dozzina di minuti dall’intervallo.
La rete esalta la Virtus che prima del riposo va ancora vicino alla marcatura, sempre con Guzzi prima, e con Sow poi.
Nella ripresa l’Argentario tenta con i suoi effettivi di riequilibrare il gap ma sono ancora i giocatori diretti da Maresca a sfiorare il punto del due a zero. Christian Lambiase, l’ultimo arrivato nella famiglia chiancianese, un player classe 1990, centrocampista offensivo e pregevole deserto naturale, ex Us Angri 1927 serie D ex Asd Palomonte in Promozione, con una conclusione al volo fa alzare in piedi tutt’a la tribuna Betti dello stadio Maccari. Passano pochi istanti e lo stesso Lambiase viene allontanato dal terreno di gioco per somma di cartellini gialli.
L’inerzia, in virtù di questa decisione arbitrale muta, i bianco blu fondati nel 1963 cambiano marcia, entrano Bomber per Borrelli per Nutu e Stringano per Guzzi, ma è l’Argentario a trovare la rete. Ancora una massima punizione, decretata dall’arbitro aretino Serbishti Klejvis sposta equilibrio e consequenzialmente il risultato. Dagli undici metri si incarica Schiano che porta le squadre in parità.
Il Chianciano non demorde e con Mazza, che calcia una bella punizione fa tremare la porta difesa da Milani. Entra Chimezie e con le sue abilità tecniche riesce a procurarsi il terzo rigore della giornata. Mimmo Borrelli è glaciale e gonfia la rete per la formazione sponsorizzata dalla Famiglia Landi, portando i suoi compagni sul parziale di 2-1. Non è ancora finita, il pirotecnico debutto casalingo virtussino vede capitolare pochi minuti dopo gli Esposito’s boys.
Un cross dalla fascia mancina trova pronto all’appuntamento Cedroni che segna il punto del definitivo due a due. Nel finale l’espulsione di Liccardi non determina ulteriori variazioni di punteggio. Dopo la bella vittoria contro il Torrita, l’Argentario inanella un punto prezioso. La Viola, reduce dalla sconfitta Amiatina, guadagna un pari che muove la classifica.
Dopo il triplice fischio la Polisportiva Virtus, con tutte le sue sezioni sportive ha festeggiato la neonata costituzione societaria con volley, calcio giovanile, calcio a cinque e calcio a sette. 

Virtus Chianciano - Argentario 2-2

Virtus Chianciano: Figuretti, Sow, Scannicchio, Liccardi, Mazza, Viscardi, Esposito, Lambiase, Nutu, Guzzi, Ingrosso. A disposizione di Mister Esposito: Venturini, Lodi, Rinaldi, Vieira, Scassagreppi, Amodio, Stringano, Chimezie, Borrelli

Argentario: Milani, Costanzo, Moriani, Chiatto, C. Schiano, Cobianu, Alocci, Aztori, S. Schiano, Perrone, Cedroni. A disposizione di Mister Legler: Rosi, Bianciardi, Depirro, Coli, Loffredo, Sclano, Antongini.

Arbitro: Sig. Serbishti Klejvis sez. Arezzo 

Gol: 41’ Guzzi (rig.) - 63’ Schiano (rig.) - Borrelli 75’ (rig.) - 77’ Cedroni

Espulsioni: Lambiase e Liccardi



Giacomo Testini


Nella foto Domenico Borrelli autore del provvisorio 2-1 termale.

lunedì 17 settembre 2018

Virtus Chianciano sconfitta all'esordio nasce la Polisportiva


Sotto il profilo dei risultati, non è stato un inizio di stagione esaltante per la Virtus di Coach Massimo Esposito.
L’equipe termale è stata eliminata dalla Coppa Toscana (3-0 a Bettolle e 1-2 in casa contro il Torrita) e anche la prima giornata di campionato ha visto il team Viola uscire sconfitto dal match di Abbadia San Salvatore contro l’Amiata (1-0) del neo presidente amaranto Zilianti.
È una squadra nuova la Virtus e ricostruita nello starting eleven per almeno sette undicesimi, ci vorrà un po’ di tempo per amalgamare il gruppo e trovare la giusta chimica affinché Ndiaye e company possano rendere al meglio delle loro possibilità.
La dirigenza virtussina nutre grandi prospettive verso Ingrosso, Scannicchio e il resto della ciurma. Già domenica i ragazzi che difendono i colori della città dell’acqua santa avranno di fronte un avversario che misurerà il progressivo stato di forma degli uomini del DG Maresca.
Al Maccari Stadium arriva l’Argentario, formazione che ha steso al debutto il quotato Torrita di Gregori. Cristiano Sanchini, la massima carica societaria spera, come un po’ tutti i tifosi della VC1945, di riuscire ad invertire il trend contro un avversario che evoca un passato calcistico dai grandi ricordi per la Chianciano del football.

Inoltre, domenica 23 settembre presso lo Stadio Comunale di Chianciano Terme si terrà la festa di presentazione della neonata ASSOCIAZIONE POLISPORTIVA VIRTUS CHIANCIANO in tutte le sue sezioni sportive.
Il programma prevede, come detto, l’incontro vs l’Argentario alle ore 15.30. A seguire, quindi intorno alle ore 17.30 sfilata e presentazione della squadre e degli atleti appartenenti alla Societa. Al termine di questo evento, presso l’adiacente campo polivalente, per tutti i partecipanti, vi sarà la possibilità di uno "spuntino" con pizza, porchetta e bevande varie. Ingresso stadio gratuito per gli atleti, € 5 per parenti accompagnatori degli stessi.
Ovviamente, come hanno sottolineato i membri dello staff Viola, la giornata sarà organizzata con l’intento di sostenere la squadra al debutto interno nel campionato di prima divisione, ma sarà anche un momento per permettere ai tesserati di socializzare tra di loro e con tutti gli altri sportivi appartenenti alle sezioni Virtus Chianciano.
il Dress code della giornata è per forza di cose il colore Viola.
i componenti del consiglio direttivo, gli allenatori e lo staff dirigenziale e manuale, invitano alla massima partecipazione per una buona riuscita della manifestazione. La Virtus, nell’attesa della presentazione ha sfilato durante un evento mondano locale organizzato dal pizzaiolo Silvano Castagna, insieme a Miss Italia, la bella Alice Rachele Arlanch, immortalata al salone Nervi insieme a diversi effettivi della compagine sponsorizzata da Landi, Santoni e Tamagnini.

Giacomo Testini

domenica 9 settembre 2018

Virtus Chianciano Coppa Toscana sconfitta in casa


I purple vs i blues, è questo l’accattivante leitmotiv del derby di coppa Toscana che si disputa al Maccari Stadium di Chianciano tra Virtus e Torrita.
Pronti, via e i Viola colpiscono una traversa imperiosa con il nuovo brillante attaccante Ndiaye, ben servito dall’altro neoacquisto Hamed.
Il colpo di testa del ragazzo classe 1998 si stampa sul legno a portiere battuto. Il ritmo, a causa anche dei ventinove gradi centigradi, è blando e le squadre si fronteggiano in una gara tutto sommato equilibrata. Giovanni Esposito gioca proositivamente e l’occasione più ghiotta per i padroni di casa arriva in zona Cesarini con una conclusione potente, al volo, di Ingrosso, che esalta il quotato numero uno ospite Silvio Belli.
La squadra presieduta da Goracci ci prova e sfruttando una occasione nata sul filo del fuorigioco di Posi, fa tremare la retroguardia guidata da Figuretti. Due cartellini rossi chiudono la prima frazione di gioco: Mister Massimo Esposito, coach termale ex Avellino, viene allontanato dalla panchina per proteste e pochi istanti dopo Fabio Mulas, uno dei grandi talenti del team chianino, viene espulso per comportamento non regolamentare.
Le squadre rientrano negli spogliatoi, dopo i primi quarantacinque minuti di gara sul parziale bloccato in perfetta parità. Il Chianciano si riorganizza tatticamente e fin dalle prime battute del secondo tempo fa valere l’uomo in più. Il risultato si sblocca al 50’ Hamed, il player che ricorda per look l’indimenticato Taribo West è lesto e batte a battere nello specchio.
In vantaggio di un uomo e di una rete, i padroni di casa sembrano poter portare a casa l’intera posta. Al 32esimo i ragazzi di Sanchini vanno vicini al gol del due a zero, ma il retropassaggio torritese termina di poco sul fondo.
Il Torrita ci crede e sfruttando un’incomprensione della difesa comandata dal beniamino locale Liccardi, approfittando di una mischia, con relativo tap in, siglano con l’attaccante Posi, il punto del pareggio quando allo scadere mancano una manciata di minuti.
I ragazzi che difendono i colori del paese dell’acqua santa accusano il colpo e duecentosettanta secondi più tardi capitolano ancora. Il fortissimo Gregori, leader dell’equpe che l’anno scorso sfioró la promozione, lascia partire, dal vertice sinistro dell’area un tiro che il numero uno locale non riesce a trattenere.
La rimonta è completata in favore degli ospiti che tra pochi giorni si giocheranno il passaggio del turno in coppa contro il Bettolle.
La Virtus ha sette giorni per prepararsi al meglio in vista della sfida delicata che li vedrà opposti agli amaranto amiatini di Claudio Zilianti. La compagine termale, dopo la conquista della prima categoria ha cambiato almeno sette undicesimi dello starting eleven, una rivoluzione tecnica che necessariamente avrà bisogno di un po’ di pazienza per vederla sfruttata al top.
Il gruppo è solido, la formazione di livello e il progetto ambizioso. Probabilmente sia l’US che la VC1945 faranno un torneo di prima divisione nella parte alta della classifica. Il campo ci dirà, a breve, se sarà così.

Virtus Chianciano - Torrita 1-2

Virtus Chianciano: Figuretti, Hamed, Viscardi, Liccardi, Scannicchio, Mazza, Esposito, Chimezie, Ndiaye, Scassagreppi, Nutu. A disposizione di mister Massimo Esposito: Venturini, Lodi, Vieira, Stringano, Rinaldi, Ingrosso, Guzzi, Barbetti, Amodio. 

Torrita: Belli, Sangermano, Materazzi, Bindi, Cuccoli, Mulas, Perugini, Gregori, Posi, Scopaioli, Romano. A disposizione di Mister MagnanesI: Orlando, Rossi, Fettolini, Ciumi, F. Rossi, Di Domenico.

Gol: ‘50 Hamed, ‘86’ Posi ‘89 Gregori

Espulsi: 43’ Coach Esposito 45’ Mulas, 91’ Nutu

Spettatori paganti 102


Giacomo Testini


Nella foto Ubah Chimezie e Hamed al momento della firma con il presidente Sanchini

martedì 4 settembre 2018

Festa Virtus Chianciano tutte le novità!

 
Presentazione Virtus Chianciano 2018-2019
Festa promozione in prima categoria, presentazione della squadra 2018-19 e nottata Amarcord con la formazione che conquistò la serie D nel 1990.
Tutto in una notte. Un mix di ricordi, speranze, novità e progetti; è stato questo il leitmotiv del pool party con apericena svoltosi presso il Grand Hotel Fortuna della cittadina termale.
Per l’occasione il grande ex allenatore Mario Naldi e il direttore sportivo Bruno Cesarini hanno radunato parte della squadra che alla fine degli anni ‘80 ha varcato la soglia del dilettantismo raggiungendo il campionato interregionale.
Nel resort ubicato nella città dell’acqua santa, si sono rivisti: bomber Ghiandai, il metronomo Viciani, l’insuperabile Berti, il versatile Meconcelli, il talentuoso Galli, il carismatico Del Balio e l’indispensabile Aggravi.
Acclamanti dai partecipanti, gli eroi delle sfide con Foiano e Grosseto, hanno augurato alla nuova equipe i più sinceri in bocca al lupo, sperando di poterli veder scrivere altre pagine storiche per Chisnciano. “C’è un bel progetto e la dirigenza è compatta e preparata, so che siete attrezzati per provare a fare il salto di categoria, provateci con tutte le vostre forze, ma fate in modo che non diventi un assillo” - ha dichiarato, rivolgendosi agli effettivi termali, nella meeting room, coach Naldi.
Il Presidente dell’attuale team, Cristiano Sanchini e il DG Gino Maresca hanno sottolineato, oltre lo spessore tecnico della squadra, anche il fatto che la società è senza debiti e con il progetto Polisportiva, che racchiude oltre trecento atleti tra: settore giovanile, volley, calcio a cinque e calcetto a sette in rampa di lancio. “Ci aspettiamo risposte dalla popolazione locale e dagli sportivi virtussini, vogliamo essere una bella realtà della Valdichiana senese” - hanno dichiarato le massime cariche dirigenziali della Virtus 1945. La nuova guida tecnica, mister Esposito, ex Chiusi e Avellino, ha sottolineato ai microfoni di Tele Idea, che la rosa a sua disposizione è attrezzata ma giovane, quotata ma nuova.
Ci vorrà tempo ma l’entusiasmo è e sarà decisivo per amalgamare al cento per cento il gruppo. Tra gli “olè” dei presenti nella sala congressi adiacente la bella piscina esterna, i tesserati viola hanno sfilato in tuta d’ordinanza.
Fanno parte della squadra che affronterà la prima divisione: Tommaso Figuretti, Simone Venturini, Vincenzo Rinaldi, Luca Lodi, Guido Viscardi, Pino Liccardi, Alberto Scannicchio, Pietro Mazza, Felipe Vieira, Lorenzo Scassagreppi, Marco Barbetti, Mario Ingrosso, Francesco Amodio, Ubah Chimezie, Uduh Longinus, Giacomo Santini, Costantin Nutu, Seck Ndiaye, Adriano Stringano, Giovanni Esposito e Leo Guzzi. Lorenzo Califano massaggiatore, Roberto Mazzetti magazziniere ed Enrico Brachi preparatore dei portieri, completano il cerchio.
In conclusione della bella giornata di fine agosto, sono stati presentati due nuovi main sponsor che hanno deciso di unire il marchio delle loro prestigiose aziende alla famiglia Virtus. Sono Stefano Santoni, produttore tra l’altro dello storico Amaro e Fabio Tamagnini, noto imprenditore edile. Il figlio dell’indimenticato Gabriello, già presidente della Viola nel 1970 e il costruttore sartanese si uniscono così alla famiglia Landi, con la vice presidente Nanda come simbolo, per la partnership che andrà sia sugli striscioni allo stadio Maccari che sulle nuove bellissime divise ideate dai consiglieri chiancianesi.
Dopo la festa, il campo, Mister Esposito ha tra le mani una macchina con una grande cilindrata, dovrà essere lui il pilota di questa vettura capace di cambiare marcia e passo, per effettuare sorpassi e sterzate, già da domenica pomeriggio quando al comunale arriverà il forte Torrita per giocarsi il passaggio del turno in coppa Toscana.



Giacomo Testini