Clicca su questo Banner per entrare nel Blog dei Chiancianesi


La Cantina dove trovate lo Spumante del "Man of the Match"
Amministratore ed articoli Vikings Chianciano Rugby e Virtus Chianciano Volley: Valtubo (Valerio Tubino), Articoli e foto Virtus Chianciano Giacomo Testini foto Vikings Chianciano Rugby Filippo Alimenti

I Vikings Chianciano Rugby tornano nel prossimo campionato 2017-2018!!!!

domenica 25 febbraio 2018

Virtus Chianciano vittoria sotto la Neve




Non ci fu la rovesciata di Edson Arantes do Nascimento (Pelè), ma all’andata, un girone fa, lo scorso 29 ottobre, al Comunale di Via degli Ulivi in Pienza, tra i biancorossi dell’allora Mister Denis Pecci e i purple di Moreno Macchiaiolo, sembró di assistere, con le debite proporzioni, al remake della celebre pellicola del 1981 “Fuga per la vittoria”.
Nel film diretto da John Huston, come tutti gli sportivi ricordano, gli alleati fecero una rimonta epica contro i tedeschi, la remontada fu coronata dal penalty neutralizzato da Stallone e dal gol in acrobazia di “Luis Fernandez”, personaggio interpretato nella popolare pellicola, proprio da O’Rey. La Virtus vinse sul sintetico del team presieduto da Remo Papini in Zona Cesarini, grazie ad una prodezza balistica del nigeriano Ubah Chimezie.
In virtù di quel risultato (1-2) portó a casa, dopo essere stata raggiunta, poco prima, a fil di sirena, per usare uno slang cestistico, l’intera posta in palio.
Non terminó, come nel lungometraggio statunitense, ossia con l’invasione di campo dopo la Marsigliese, ma vi fu un clima molto piccante sugli spalti e i festeggiamenti negli spogliatoi prima e nei locali di Chianciano poi risultarono essere decisamente importanti e di spessore.
Quella partita, la settima del girone di andata, la prima dopo l’infortunio del bomber Matteo Biscaro Parrini, fu la prima sconfitta per Rosadini e soci, considerando che arrivarono a quell’appuntamento dopo un filetto di sei vittorie consecutive e contemporaneamente lanció i termali come equipe robusta, compatta e con un grandissimo cuore, paragonabile proprio alle gesta di Bobby Moore (Terry Brady)
Osvaldo Ardiles (Carlos Rey) e Paul Van Himst (Michel Fileu) nel film sopracitato, ambientato nella Parigi del 1942.
Le due formazioni arrivano a questo appuntamento a pari punti, un brillante secondo posto a quota 44, due lunghezze in meno dei blaugrana del Montagnano di coach Brilli.
Due squadre che hanno subito appena quindici reti in ventuno incontri e un attacco da categoria superiore per entrambe.
Il talento di Bernetti contro il genio di Uduh, le reti pesanti di Acatullo si scontrano con i gol da top player di Mimmo Borrelli e ovviamente la forza di Raf Borneo si contrappone alla carriera leggendaria di Marco Barbetti. Sono questi gli incipit di un big match atteso, i leitmotiv di un confronto al vertice tra due undici che meritano sicuramente l’ottima posizione che occupano, quando la boa dei due terzi di stagione è stata da poco superata. 
Nella giornata in cui viene inaugurata la tribuna Silvano Betti tinteggiata di Viola, è il bianco dei cristalli di neve ad influenzare inevitabilmente la gara.
Dopo una dozzina di minuti di gioco il quotato Cocar viene portato in spalla negli spogliatoi dai suoi compagni di squadra, fa il suo ingresso in campo Yari Del Buono, ex pilastro della mediana virtussina.
Il match è maschio e deciso, ma il terreno pesante non rende possibili triangoli e fraseggi.
Da ambo le parti si vedono lanci lunghi per cercare di superare il centrocampo ma le occasioni da rete non si vedono nè per l’esperto Minocci nè per il rientrante Esposito.
Capitan Anselmi ci mette la garra, come direbbero gli spagnoli, Mazzolai (vicino ad approdare in Virtus lo scorso dicembre) l’estro, ma Lodi, Daviddi, Liccardi e Cozzi chiudono da veterani, anche in tackle, all’occorrenza, tutti gli spazi. L’unica conclusione della prima frazione da annotare nel taccuino è una rasoiata di Trabalzini che termina a lato.
Il meteo non dà tregua alle due contendenti, i fiocchi bianchi cadono copiosamente rendendo il manto erboso un palcoscenico gladiatorio, paragonabile per verve agonistica al calcio storico fiorentino e visivamente parlando, come memoria, al “mitico” spareggio tra Italia e Russia giocato nell’ex Unione Sovietica nel 1997 in cui segnó il gol decisivo Bobo Vieri.
L’episodio che scrive indelebilmente la storia di questo innevato Virtus vs Pienza arriva al minuto numero 59: un assist da sinistra di Uduh trova puntuale all’appuntamento Domenico Borrelli, l’ex Pianese di testa segna il suo ottavo gol stagionale e porta in vantaggio la squadra presieduta da Sanchini e diretta da Maresca. Contemori (arrivato nel mercato di riparazione da Montepulciano) e i suoi effettivi di reparto si rovesciano in attacco per cercare il pareggio.
Esposito fa una parata decisiva nell’acquitrigno del campo chiancianese, i padroni di casa fanno ovviamente le barricate nei minuti finali. L’assenza di Mema (squalifica) si fa sentire nel vertice centrale, ma Amodio e Scassagteppi portano il loro contributo fondamentale.
Nonostante le mischie e i tentativi di raddrizzare il parziale da parte degli ospiti, il risultato non cambia più. La Virtus 1945, davanti ad un gran numero di spettatori, nonostante la rigida temperatura continua il suo volo e la lotta per cercare di vincere questo campionato di seconda divisione girone N.

Virtus Chianciano - Pienza 1-0

Virtus Chianciano: A. Esposito, Lodi, Cozzi Lepri, Liccardi, Daviddi, Barbetti, Uduh, Chimezie, Borrelli, Scassagreppi, Amodio. A disposizione di Mister Macchiaiolo: Santini, Fallerini, G. Esposito, Rinaldi, Benicchi, Magliozzi, Occhipinti

Pienza: Minocci, Severini, Duchini, Trabalzini, Anselmi, Borneo, Pacenti, Cocar, Mazzolai, Contemori, Bernetti. A disposizione di Mister Cresti: Allegri, G. Severini, Del Buono, Tiberini, Bonari, Agnoletti, Costagliola 

Arbitro: Sig. Francesco Raciti - Sez. Siena

Gol: Borrelli al 59’


Giacomo Testini

venerdì 23 febbraio 2018

Sconfitta storica per la Saxum C5 Chianciano



Ieri sera è stata scritta un altra pagina di storia per la Saxum Chianciano, la peggiore sconfitta casalinga di sempre, maturata contro il Vasanello, onesta squadra di media classifica, senza neanche scendere in campo, giocare, sudare, combattere.
Va bene perdere ma così no! L’anno nuovo era partito bene poi cosa è successo? Ci attendiamo una reazione da parte di tutti perché nessuno è innocente di fronte a certe prestazioni. Non vale la pena neanche commentare la partita se non fosse per le marcature realizzate dai giovani Magliozzi Filippo e Moretti Paolo e dal veterano Alfatti Simone, forse l’unico ad aver messo in campo qualcosa in più ieri sera. Ragazzi cosi proprio non va bene, da lunedì si riparte, perché noi non siamo quelli di ieri sera!
Forza ragazzi! Forza Saxum C5 Chianciano!

Campionato Regionale Umbria Serie C2 girone B 16^ giornata: Saxum C5 Chianciano - Vasanello 3-11

Marcatori: Magliozzi Filippo; Alfatti Simone; Moretti Paolo.

lunedì 19 febbraio 2018

Virtus Chianciano vittoria nel fango


Nel grigiore di un’uggiosa giornata di metà febbraio, tra i biancoverdi del Palazzo del Pero e i Viola termali, sono questi ultimi a far splendere i loro colori al termine della ventunesima giornata di seconda divisione girone N.
La Virtus, oggi priva degli squalificati Alfredo Esposito e Pino Liccardi, ha saputo far suo l’intero bottino, conquistando una vittoria fondamentale per continuare la rincorsa ai blaugrana del Montagnano che oggi in terra cortonese, contro il Fratticiola di Sina, hanno impattato, lasciando quindi due punti preziosi sul loro cammino, con un pirotecnico e singolare sei a sei.
Sette giorni fa i Macchiaiolo’s boys accarezzarono la possibilità di tornare nel paese dell’acqua santa, dopo lo scontro diretto, con i tre punti in cassaforte.
Nonostante una grande prova di squadra, capitan Barbetti e soci rientrarono a Chianciano con la “sola” consapevolezza di aver giocato un un top match e di essere un big team, ma senza smuovere la classifica al vertice.
Nel fango del Maccari Stadium oggi è filato tutto dritto per gli uomini presieduti da Sanchini e diretti da Maresca. Al 22’ è Ubah Chimezie a sbloccare le ostilità con un veloce tap in dopo una punizione di Amodio e il relativo batti e ribatti in area. Il Palazzo gioca, nonostante una classifica complessa, che la vede lottare per la salvezza, una gara a viso aperto.
Prima dell’intervallo gli aretini colpiscono un legno e sfiorano il pari al 45’. Rossi si supera e dice no agli attaccanti ospiti. Il campo pesante penalizza parzialmente i padroni di casa, più dotati tecnicamente, ma dopo una mezza dozzina di minuti nella seconda frazione, bomber Borrelli sigla di testa una pregevole marcatura che chiude virtualmente l’incontro. Turchi, Bracalenti e il forte Gjoka ci provano con l’orgoglio.
Al 15esimo è proprio quest’ultimo a procurarsi e realizzare il penalty che porta il parziale sul 2-1. La Virtus non cala di tensione e di intensità e con le ripartenze fa male, sportivamente parlando, agli avversari. Alla mezz’ora un bellissimo calcio piazzato di Uduh, sigla il punto del tre a uno.
La partita è in ghiaccio per i viola e nei minuti conclusivo trova gloria, dopo due conclusioni fallite, anche l’ottimo Leo Magliozzi che concretizza il poker a pochi istanti dal termine. 

Virtus Chianciano - Palazzo del Pero 4-1

Virtus Chianciano: Rossi, Lodi, Cozzi Lepri, Benicchi, Daviddi, Barbetti, Uduh, Chimezie, Borrelli, L. Mema, Amodio. A disposizione di Mister Macchiaiolo: D. Mema, Fallerini, Esposito, Rinaldi, Scassagreppi, Magliozzi, Santini

Palazzo del Pero: Scanzi, Menchetti, Albergotti, Tegliai, Sanchini, Romano, Frosini, Favilli, Turchi, Gjoka, Bracalenti. A disposizione di Mister Radicchi: Proietti, Zucchini, Tiezzi, Giacinti, Ercolano, Bennati, Quirici

Gol: Chimezie al 22’ - Borrelli al 51’ - Gjoka al 63’ - Uduh al 73’ - Magliozzi all’86’

Giacomo Testini

Nella foto bomber Mimmo Borrelli, anche oggi l’attaccante viola è risultato decisivo siglando un bel gol di testa

martedì 6 febbraio 2018

La Virtus Chianciano femminile vince e festeggia i 100 gol di Nenna


La XV giornata del campionato di serie C femminile registra la sconfitta di misura per 2-1 del Casentino sul campo del Virtus Chianciano Femminile.
Nonostante la sconfitta buona la prestazione delle aretine con particolari elogi a Ciofini e Borri che dominano il centrocampo e a Micallef che in difesa gestisce il reparto con grande grinta, grazie anche ai numerosi interventi positivi di Gargiani.
In avvio di partita sono subito le padroni di casa a passare in vantaggio al 3’ con Nenna che sblocca la partita; passano soli due minuti e al 5’ arriva il raddoppio del Chianciano con Ricci; la reazione del Casentino si concretizza al 28’ con la rete di Borri che accorcia le distanze con la prima frazione di gioco che si conclude sul 2-1; nel secondo tempo le ospiti tentano di agguantare il pareggio in diverse occasioni ma senza esito con la gara che si conclude con il punteggio di 2-1 in favore delle padroni di casa; in virtù di questo risultato le ospiti restano a quota 8 punti in classifica, avendo collezionato 2 vittorie, 1 pareggio e 10 sconfitte con uno scores di 10 reti realizzate e 40 subite.
La Virtus Chianciano festeggia la sua bomber calibro 100. Tante sono le reti messe a segno da Carmen Nenna con la gagliarda maglia della Virtuscalcio femminile.
La 28enne originaria di Manfredonia, nel match giocato ad Acquaviva e vinto contro il Casentino per 2-1, ha tagliato il prestigioso traguardo della tripla cifra, segnando, alla Pippo Inzaghi, il gol che la fa entrare di diritto nella Hall of Fame della compagine termale.
La forte attaccante viola ha un palmares di spessore, dopo aver militato nella Roma, ha difeso i colori del Marsala in Sicilia. Da tre stagioni gioca con la divisa del Paese dell’Acqua Santa e segna reti a ripetizione. Così ha scritto una pagina indelebile nella leggenda del calcio a Chianciano Terme
Virtus Chianciano - Casentino calcio femminile 2-1

Virtus Chianciano: Anselmi, Sani, Tognozzi, Prichinet, Martino, Toppi, Florea, Mafucci, Ceccarelli, Pepe, Casino, Fe, Ricci, Gonzi, Nenna, Forosecchi, Sammarco

Casentino Gargiani, Micallef, Bartolini, Ciofini, Innocenti, Ronchetti, Corazzesi, Brandani, Borri, Giorgini, Grassi, Tinti, Tellini

Marcatori : 3’ Nenna; 5’ Ricci; 28’ Borri

Una brutta Saxum Chianciano sconfitta a Norcia


Brutta, bruttissima prestazione per la Saxum Chianciano nella trasferta di Norcia, i ragazzi di mister Biscaro Parrini probabilmente sono rimasti al ristorante invece di andare al sintetico dove si giocava la partita…
Inguardabile il primo tempo con i padroni di casa che chiudono in vantaggio per 5-0, passeggiando tranquillamente nella nostra allegra difesa che ancora probabilmente pensava alle lasagne con il tartufo che non hanno potuto mangiare… 
Nella ripresa un sussulto di orgoglio c’è stato con la doppietta di Puica Nicolae, che ha reso il passivo quantomeno onorevole ma comunque tremendamente pesante 8-2 il finale!
Col senno di poi è stato un peccato non poter far gustare a tutti le specialità locali magari condite da qualche buon bicchiere di vino perché onestamente ieri peggio di quello che è stato fatto era difficile fare…
Un grande in bocca al lupo a tutta la popolazione di Norcia, ieri abbiamo veramente toccato con mano le grandi difficoltà che stanno incontrando! 
Tornando al calcio a cinque giocato da domani serve farsi un esame di coscienza e tirare fuori le palle per affrontare al meglio tutte le trasferte che ci rimangono.
Forza ragazzi! Forza Saxum C5 Chianciano!

Campionato Regionale Umbria Serie C2 girone B 15^ giornata: Città di Norcia - Saxum C5 Chianciano 8-2

Marcatori: Puica Nicolae (2).

Domenica trasferta organizzata per seguire la Virtus Chianciano


Domenica big match al vertice del girone N della seconda categoria tra la Virtus Chianciano seconda in classifica ed il Montagnano primo con un solo punto di vantaggio, per l'occasione è stata organizzata la trasferta per i tifosi a sostegno della squadra Viola.

Programma ufficioso per la trasferta di Montagnano domenica.

La società propone, per assistere al big match e passare una giornata in compagnia questa formula:

✔️ Ore 11.15 Ritrovo all’ex fungo, zona stadio
✔️ Ore 11.45 circa partenza in bus verso Montagnano 
✔️ Ore 12.30 circa pranzo nell’azienda Menchetti
✔️ Ore 15.00 partita
✔️ Ore 18.00 circa partenza per Chianciano


La quota per il viaggio e il pranzo è di euro 35 per persona. La tariffa non include il biglietto per assistere al match.

Chi fosse interessato può contattare il seguente numero 0578 62444

lunedì 5 febbraio 2018

La F1 cancella le ragazze ombrello nate a Chianciano Terme


La stagione di Formula 1 che sta per partire, per decisione della Liberty Media che ne cura i diritti, vedrà per la prima volta l'assenza delle ragazze ombrello accanto ai piloti, quelle ragazze che sono presenti nei circuiti di tutto il mondo anche tramite la MotoGP e la Superbike e molti campionati minori.
Pochi sanno che le ragazze ombrello hanno avuto origine a Chianciano Terme grazie ad una foto e ad un intuizione di Alessio Sundas.
Infatti come racconta lo stesso Sundas nel suo blog “Correva l'anno 1988, e stavo organizzando il cast di the "the look of the year". Ero nella splendida città di Chianciano Terme. Durante il concorso di bellezza che veniva fatto all'aperto, il sole se ne andò e lasciò posto alle nuvole, cosi dissi alle modelle di prendere un ombrello nel caso iniziasse a piovere. Mi ricordo che ero seduto con la mia macchina fotografica, e con lo zoom puntai due ragazze con l'ombrello in mano, e credetemi l'immagine era talmente bella e di grande effetto che da quel giorno le hostess e le modelle dovevano portare con se un ombrello e io esclamai: questa è la ragazza ombrello. Da quel giorno la foto da me scattata era sempre nella mia scrivania e negli anni ho sparso la voce anche a livello internazionale e specialmente nelle competizioni di moto prima della partenza le ragazze sono sempre vicino al pilota e non dimenticano mai di portare l'ombrello che tra l'altro è un vero e proprio mezzo di guadagno per gli sponsor che vogliono far apparire il loro nome nell'accessorio. Le ragazze ombrello non sono semplicemente delle hostess come potrebbe sembrare al primo impatto, ma una vera e propria testimonial. “ di li a poco registrò il marchio “Umbrella Girls” e cominciarono ad apparire in tutti i circuiti del mondo le ragazze ombrello.


Valtubo

domenica 4 febbraio 2018

Continua la corsa vincente della Virtus Chianciano


All’andata, allo stadio Olinto Giannini, finì con un pirotecnico tre a tre. Oggi, a distanza di un trimestre abbondante e un intero girone, viola e giallo rossi tornano a sfidarsi, ognuna con i rispettivi obiettivi da conseguire.
I termali sono imbattuti dopo diciotto incontri ufficiali e presentano la miglior difesa del girone N di seconda divisione.
Occupano meritatamente la piazza d’onore dietro i Blues di Montagnano e ad oggi risultano essere una delle compagini più accreditate per il passaggio in prima categoria.
Gli ospiti sono un team ostico e non semplice da superare, non sono una macchina da gol, appena diciotto reti nello score in questa prima porzione di torneo, ma hanno nelle loro fila quel bomber Erpici che ha già gonfiato la rete nove volte.
Gli uomini presieduti da Corrado Canestri arrivano nel paese dell’acqua santa dopo la prestigiosa vittoria, per due a uno, contro il quotatissimo Tressa. Proprio gli aretini, dopo un inizio di partita composto e guardingo perdono per infortunio, al 17esimo, Gherardini.
Al suo posto subentra Margiacchi. La Virtus, oggi priva di Jo Esposito per una noia muscolare, del diffidato Liccardi e di Occhipinti, che non ha recuperato dopo la contusione di Guazzino, ci prova con Borrelli su calcio piazzato e con le incursioni in velocità della premiata ditta Uba-Uduh.
Coach Macchiaiolo lancia Scassagreppi, suo fidato effettivo ai tempi delle stagioni umbre, nello starting eleven e propone Marco Benicchi in mediana tra i titolari, alla fine il tuttocampo sta risulterà tra i migliori nonostante il lungo periodo di inattività.
La prima frazione è blanda, i padroni di casa non rischiano nulla e dopo venticinque primi sfiorano il vantaggio col solito Borrelli, già bomber di Pianese e Trestina. Il primo tempo si conclude sullo zero a zero senza particolari brividi per i numerosi spettatori assiepati al Maccari Stadium.
La ripresa vede un Chianciano che cerca i tre punti con determinazione, Lodi è positivo e propositivo sull’out destro, ma la retroguardia del B.A. contiene le folate d’attacco virtussine.
Doppio cambio al sessantacinquesimo, per cercare la chiave di volta del match Macchiaiolo e Mencarelli gettano nella mischia i due “Leo”, Magliozzi e Mema. Il versatile Amodio e il gladiatore Barbetti cercano di far aumentare il ritmo e spostare gli equilibri, tuttavia l’estremo difensore Landini e soci sono abili nell’interrompere le trame d’attacco locali.
Subentra sul rettangolo di battaglia anche Fallerini, il Badia Agnano si difende in massa, la Virtus 1945 gioca col cuore e tenta lanci lunghi dalla trequarti campo.
Proprio al 90esimo, quando il pari sembrava inevitabile, il Direttore di gara concede la massima punizione per un’azione irregolare dentro agli undici metri. Borrelli si fa respingere il tiro, ma sul tap in Nicola Cozzi Lepri è il più lesto di tutti e segna il gol partita che vale tre punti pesantissimi. Tre punti che forse, chi lo sa, potranno valere una stagione intera.

Virtus Chianciano - Badia Agnano  1-0

Virtus Chianciano: A. Esposito, Lodi, Cozzi Lepri, Benicchi, Daviddi, Barbetti, Scassagreppi, Chimezie, Borrelli, Uduh, Amodio. A disposizione di Mister Macchiaiolo: Rossi, Fallerini, G. Esposito, Liccardi, Rinaldi, Magliozzi, L. Mema

Badia Agnano: Landini, Ercolani, Rulli, Chiarello, Rossi, Roman, Vladut, Ottobi, Hoxha, Erpici, Gerardini. A disposizione di Mister Guizzunti: Auretti, Marchese, Senesi, Margiacchi, Frescucci, Paolini

Arbitro: Sig. Fantoni (Sez. Valdarno)

Gol: Cozzi Lepri al 93’

Giacomo Testini

Nella foto l’autore del gol, il match winner Nicola Cozzi Lepri